Domani lo "scambio dei capponi"

MUSILE DI PIAVE - La scenografica rievocazione storica del Patto solenne d'Amistà tra le confinanti comunità di San Donà e Musile, con l'antico rituale dello «scambio dei capponi», animerà le opposte rive del Piave domani, venerdì 7, festa del patrono San Donato.
L'evento, organizzato dai due Comuni e dalle due Pro Loco assieme all'associazione «IdealMente» di Musile, inizierà con le sfilate degli sbandieratori e musici in centro a San Donà dalle 18,30, mentre nelle stesse ore a Musile si svolgerà il mercato medievale dell'associazione «Antica fiera di San Lucia di Piave». La manifestazione entrerà nel vivo alle 20,30 quando dai due municipi partiranno i lunghi cortei storici di figuranti in costume, nobili, dame e popolani, tamburini e chiarine, armigeri e sbandieratori, guidati dai sindaci, dagli amministratori comunali e dalle autorità, con i gonfaloni delle due città.
Alle 21 ci sarà l'incontro dei due cortei a metà del ponte della Vittoria, con il saluto dei due primi cittadini, che poi proseguiranno fino alla scalinata del municipio di Musile, dove si terrà la tradizionale cerimonia di suggello dell'amicizia tra le due città, con San Donà che donerà a Musile «due ottimi capponi» per aver ottenuto, secondo un'antica leggenda, il nome del patrono di Musile, San Donato. La festa proseguirà poi in piazza Libertà, con il concerto della band di Max Pianta, «Sabrage dello spumante» con la tecnica dello stappo di bottiglia di spumante con sciabola, isola gastronomica e anguriata finale. (E. Fur.)

Giovedì 6 Agosto 2015, 05:13






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Domani lo "scambio dei capponi"
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER