Da Rapallo a Venezia, al via la Route du Panathlon

Lunedì 13 Settembre 2021

CICLISMO
Parte oggi da Rapallo e si concluderà sabato 18 a Venezia, dopo sei interessanti tappe, la 6. edizione de la Route du Panathlon la manifestazione ciclistica organizzata da Area 01 Veneto, Trentino-Alto Adige/Sudtirol. Un evento riproposto dopo i successi registrati nelle precedenti edizioni e nato per favorire l'amicizia tra i panathleti e quanti operano nello sport, preparato in occasione dei festeggiamenti per i 70 anni di vita del Panathlon Club International coinvolgendo rinomate località di Liguria, Lombardia e Veneto. A cominciare da Rapallo, dove ha sede del Distretto Italia del Panathlon International, per finire a Mestre e Venezia dove, il 12 giugno 1951, prese avvio il movimento panatletico su iniziativa di un gruppo di amici legati dalla passione per lo sport (dall'idea di Mario Viali, diventato poi primo presidente, e condivisa dal Comitato promotore formato da Guido Brandolini D'Adda, Domenico Chiesa, Aristide Coin, Aldo Colussi, Antenore Marini e Costantino Masotti).
La prima tappa partirà da Rapallo e interesserà anche le celeberrime località balneari di Portofino e Chiavari. Poi il trasferimento in pullman a Crema per la visita all'Autodromo Riccardo Paletti' di Varano de Melegari dove i corridori saranno ospiti dell'azienda Dallara. La 2. frazione, domani, prevede la Crema-Brescia; la 3. di mercoledì 15, Brescia-Soave (Verona); la 4. di giovedì 16, Soave-Bassano del Grappa (Vicenza); la 5. di venerdì 17 Bassano del Grappa-Mestre. La 6. ed ultima tappa, sabato 18 coinvolgerà la terraferma veneziana per un totale di 32 km. Seguirà quindi il trasferimento acqueo a Venezia fino a Piazza San Marco.
IL PERCORSO
Il percorso ciclabile comincerà da Forte Marghera e terminerà sul Ponte della Libertà. Ci sarà poi la navigazione fino al Centro Storico per il Gran Finale della Route6-2021. Il Gala, il saluto ai partecipanti e i ringraziamenti agli organizzatori della corsa ciclistica sono stati programmati venerdì 17 a Mestre, a partire dalle ore 20, allo Smart Holiday Hotel, alla presenza del Governatore nazionale Giuseppe Falco, del predecessore e ora consigliere internazionale del Panathlon, Giorgio Chinellato, e dei padroni di casa, i presidenti dei Panathlon international di Venezia, Giuseppe Zambon e di Mestre, Fabrizio Coniglio affiancati da soci, i consiglieri e dalle autorità della Città. Per l'occasione saranno ricordati i padri dell'Atto Costitutivo dell'associazione lagunare ovvero i 24 pionieri e fondatori: Salvatore Brugliera (atletica), Tiziano Calore (tennis), Angelo Cecchinato (ginnastica), Domenico Chiesa (calcio), Aristide Coin (ciclismo), Aldo Colussi (atletica), Pietro De Marzi (impianti sportivi), Guido De Poli (atletica), Egidio De Zottis (vela), Carlo Donadoni (pallacanestro), Ludovico Foscari (nuoto), Paolo Foscari (motociclismo), Guglielmo Guglielmi (vela), Alberto Heinz (ginnastica), Antenore Marini (golf), Costantino Masotti (scherma), Luigi Pavanello (arbitri), Orazio Pettinelli (pesca sportiva), Aldo Querci della Rovere (medicina sport), Gino Ravà (sport invernali), Antonio Scalabrin (nuoto), Alfonso Vandelli (alpinismo), Mario Viali (pentathlon) e Mario Zanotti (scherma).
Francesco Coppola
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA