L'energia elettrica arriva anche agli stavoli in quota

Domenica 8 Agosto 2021
L'energia elettrica arriva anche agli stavoli in quota

MONTAGNA
RESIA L'energia elettrica è arrivata anche negli antichi Stavoli Gnivizza, in località Sella Carnizza di Resia. La località, frequentata soprattutto dagli abitanti della frazione di Gnivizza che conducevano qui il bestiame in alpeggio, è una frequentata meta turistica grazie al contesto montano di particolare pregio e bellezza. E da oggi sarà anche una destinazione a misura d'ambiente perché potranno essere finalmente accantonati i generatori che fino ad oggi assicuravano l'energia elettrica ai privati.
L'elettrificazione della zona ha richiesto interventi complessi sia per la tipologia di territorio sia per la distanza rispetto alla rete elettrica più vicina. E-Distribuzione ha dunque realizzato un impianto in media tensione (20.000 volt) completamente interrato lungo quasi 8 chilometri: un primo tratto di circa 4 chilometri è stato posato lungo la strada comunale, successivamente riasfaltata per tutta la sua estensione, mentre il tratto successivo segue la strada che conduce fino agli Stavoli Gnivizza, anch'essa interamente riasfaltata. Qui è stata costruita una cabina di trasformazione, rivestita in pietra in linea con gli stavoli. L'impianto è in grado di assicurare, in caso di disservizio, una alimentazione alternativa anche a Resia e ad Uccea, migliorando ulteriormente il livello di qualità del servizio nella zona, e potrà inoltre essere utilizzato per fornire energia elettrica agli impianti di telefonia che potranno essere installati per la copertura della zona. «Il raggiungimento di questo importante traguardo - sottolinea Stefano Tosato referente progettazione lavori di E-Distribuzione per il Fvg - è stato reso possibile dalla sinergia con il Comune di Resia e con il Parco Naturale delle Prealpi Giulie che hanno assicurato una costante collaborazione». Un momento importante quello dell'inaugurazione secondo il sindaco di Resia Anna Micelli, visto che l'energia elettrica ha raggiunto i mille metri di altitudine «con un villaggio di Stavoli così caro ai nostri residenti e non solo. È un posto speciale che oggi può beneficiare di questo intervento. «L'importanza per un Parco di avere un collegamento elettrico oltre all'importanza per una comunità di avere un servizio essenziale - puntualizza Annalisa Di Lenardo, Presidente del Parco Naturale delle Prealpi Giulie - ha una notevole valenza dal punto di vista ambientale. Ci auguriamo - conclude Di Lenardo - che il prossimo passo sia l'installazione di una colonnina elettrica al servizio dei turisti e poi avere anche la copertura telefonica».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA