Comuni ciclabili: Breda entra nell'élite della Marca

Giovedì 14 Novembre 2019

IL PREMIO
Breda è un comune ciclabile. Il riconoscimento arriva direttamente dalla Fiab, la Federazione italiana ambiente e bicicletta, che ha inserito 10 nuovi Comuni italiani nell'elenco di quelli che mettono in atto serie politiche attive per la mobilità sostenibile, l'incentivazione di piste ciclabili e in generale lo sviluppo di pratiche ambientali rivolte alle future generazioni in ambito di trasporto. Breda di Piave entra subito con tre bike-smile sulla Bandiera Gialla della Ciclabilità e per l'amministrazione guidata da Moreno Rossetto, che da anni porta avanti il progetto della Mobilità Dolce e proprio a settembre ha inaugurato le nuove piste ciclabili è un successo.
LA CONSEGNA
A ritirare il premio, martedì, la vicesindaca Adelaide Scarabello e l'assessore alla Viabilità Lucio Zaniol. La valutazione della Fiab avviene in base a decine di parametri distribuiti in 4 aree: infrastrutture urbane, cicloturismo, governance e comunicazione e promozione. Il punteggio varia da uno a cinque punti, rappresentati dalle bike-smile, icone di smile a forma di bicicletta. E Breda se ne è aggiudicate subito tre in entrata. Sono 21 in Veneto i comuni ciclabili e Breda di Piave è il quarto trevigiano dopo Treviso, Vittorio Veneto e Mogliano, nonché unico della Marca Trevigiana in questa tornata.
L'OBIETTIVO
La consegna del riconoscimento di comuni ciclabili è solo uno degli aspetti di un progetto che si prefigge di creare una rete tra tutte le realtà aderenti e di stimolare sindaci e amministrazioni a fare sempre meglio per agevolare lo sviluppo di una mobilità attiva e la scelta della bicicletta come mezzo di trasporto in ogni ambito (dagli spostamenti quotidiani di bike-to-work e bike-to-school al tempo libero, fino alle vacanze in sella). «Siamo davvero orgogliosi di questo riconoscimento che premia il lavoro fatto in questi anni i grandi investimenti nella mobilità dolce, uno dei punti cardine della nostra amministrazione commentano Adelaide Scarabello e Lucio Zaniol proprio a metà settembre avevamo lanciato una bellissima settimana di iniziative che sposano la mobilità dolce, il rispetto per l'ambiente, la vita di comunità e la qualità della vita, inaugurando anche le due nuove ciclopedonali tra Breda e Pero e San Bartolomeo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA