Un corteo per Onichini: invitati Salvini, Zaia e Di Maio

Giovedì 27 Giugno 2019
Un corteo per Onichini: invitati Salvini, Zaia e Di Maio
LA PROTESTA
PADOVA Il vicepremier Matteo Salvini e il suo collega Luigi Di Maio, la presidente del Senato Elisabetta Casellati e il governatore Luca Zaia. Ma anche il ministro Alberto Fontana, la deputata Giorgia Meloni e l'assessore regionale Roberto Marcato. Sono stati tutti invitati al corteo di solidarietà per il macellaio Walter Onichini in partenza venerdì 5 luglio alle 20.30 dalla stazione di Padova. L'idea della fiaccolata è nata all'interno degli ambienti degli indipendentisti veneti coinvolgendo poi numerosi comitati legati al tema della sicurezza, attivi in tutta la regione. In prima linea ci sono i veneziani Gaetano Ferrieri e Annalisa Zangrando, già organizzatori della marcia Veneti uniti per il diritto alla difesa il 18 dicembre 2017, sempre a Padova.
LA CONDANNA
Il ladro è stato colpito alla schiena, mentre stava cercando di fuggire, scavalcando il cancello: di conseguenza non sussiste l'esimente della legittima difesa domiciliare. Con questa motivazione la Corte d'Appello di Venezia lo scorso 12 giugno ha confermato la condanna a quattro anni e undici mesi di reclusione a carico di Walter Onichini, il macellaio trentottenne di Legnaro accusato di tentato omicidio nei confronti di Elson Ndreca, 29 anni, di nazionalità albanese che, nella notte tra il 21 e il 22 luglio 2013 fu sorpreso nel cortile mentre stava cercando di rubargli la vettura, dopo aver già razziato portafogli e soldi all'interno dell'abitazione. Onichini dovrà anche risarcire i danni provocati al giovane ladro, da quantificarsi in sede civile: nel frattempo è stata confermata la provvisionale di 24.500 euro.
LA DIFESA
Il corteo percorrerà corso del Popolo e corso Garibaldi, in centro a Padova. «Alla stazione - dicono gli organizzatori - si riuniranno tutti i cittadini a prescindere dalla loro fede politica che credono nelle persone oneste e nel lavoro, che hanno a cuore la legittima difesa e in sostegno Walter Onichini. Chiediamo una assoluzione piena per Walter e tutti quelli che subiscono rapine con minacce e violenza, poiché è violenza solo il fatto di introdursi nella proprietà privata specialmente nelle ore notturne mentre chi abita dorme. Chiediamo una massiccia adesione di tutti coloro, movimenti, sindacati, partiti e istituzioni, che vogliono a gran voce dire basta alla condanne delle vittime, poiché la difesa è sempre legittima. Verrà data la parola a Walter ed a tutte le vittime di questi delinquenti. Sono stati invitati ufficialmente tutti i politici e cariche istituzionali che hanno votato e sono a favore della nuova legge sulla legittima difesa». Invitati alla manifestazione anche i sindacati di polizia e le associazioni dei cacciatori veneti.
G.Pip.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci