La storica trattoria Ponte delle Bele che ospitò De Andrè e vide litigare Lionello Foto

Lunedì 10 Febbraio 2020 di Roberto Cervellin
Silvia e Daniele, titolari della trattoria
1

VICENZA - Le speciaità? I bigoli “con la sardea”, il goulash di manzo con canederlo allo speck, il filetto di maiale con mele e bacche di ginepro. E naturalmente il baccalà alla vicentina. I prezzi? Dai 9 euro per un antipasto ai 10-12 euro per un secondo. In cantina poi ci sono vini come Tocai e Durello, e oltre 60 tipi di grappe.

Salumiere a 90 anni: Paolo resta ancora dietro al bancone, «E' la mia vita»
Dai tegami alle stufe: i segreti dell'ultimo "battirame” con oltre un secolo di vita

A Vicenza, il “Ponte delle Bele” è sinonimo di tradizione. E' una delle poche trattorie tipiche del centro storico. Sale in stile tirolese, specialità vicentine e trentine, dolci fatti in casa. Una rarità in tempi in cui ristoranti con cucina sembrano sempre più omologati, sia nei piatti che negli interni. «Serve coerenza - prescisa Daniele, titolare del locale insieme alla moglie Silvia - Non bisogna eccedere nella voglia risparmiare o riciclare, ma pensare a che ciò che si porta in tavola». 

Gli incisori che creano gli stampi per i lingotti d'oro spediti in Arabia Saudita e Svizzera Foto
William il panettiere atleta erede di una tradizione di famiglia che dura da 90 anni
Addio a Giovanni Piccoli, storico negoziante e colonna del commercio

L'originalità è uno dei punti di forza dell'esercizio di Silvia e Daniele, che esiste ufficialmente dal 1901. Da allora clienti ne sono passati tanti. Tra questi, attori come Gino Bramieri, Anna Proclemer e Giorgio Albertazzi. E poi Fabrizio de Andrè, il Trio. «Una sera vennero qui anche Alberto Lionello e la sua compagna - ricorda ancora il titolare - Fecero una gran litigata, tanto che li lasciammo soli nella stanza». Oggi chi si siede al tavolo è attento a ciò che mangia e agli ingredienti. «Una volta si consumava il piatto completo - conclude Daniele - Ora una e due pietanze».
 

 

Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio, 10:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA