Il Chievo di Campedelli non si arrende: avanti con le giovanili e diffida alla società di Pellissier

Martedì 14 Settembre 2021
Il Chievo di Campedelli non si arrende: avanti con le giovanili e diffida alla società di Pellissier
1

VERONA - Il Chievo di Luca Campedelli non si arrende e annuncia la partecipazione ai campionati giovanili, ma soprattutto invia una diffida all'utilizzo del nome Chievo. Un chiaro riferimento al neonato Chievo 2021 di Sergio Pellissier, che prenderà parte al prossimo campionato di Terza Categoria. «ChievoVerona s.r.l. - scrive la società gialloblù in una nota ufficiale - comunica che continua le sue attività sportive con la partecipazione ai campionati calcistici del Settore Giovanile, come segno inequivocabile della continuità aziendale e sportiva, nella convinzione che le ragioni della società siano presto finalmente riconosciute».

«Chievo Verona s.r.l. - prosegue il comunicato - inoltre ricorda che »Chievo« e »Chievo Verona« sono marchi registrati sia a livello nazionale che europeo, dei quali è titolare esclusivo e che, pertanto, è vietato a chiunque fare qualsiasi uso di tali segni. »La violazione di tale divieto espone ad azione interdittiva ed al risarcimento del danno« conclude la società di Luca Campedelli. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA