Venezia presa d'assalto dai turisti veneti, ressa e code di auto: il lockdown è un ricordo

Domenica 31 Maggio 2020
7

VENEZIA, - Il turismo straniero non c'è ancora, così come dalle altre regioni italiane, ma Venezia ha già rivisto oggi l'assalto delle auto verso il terminal di piazzale Roma, nell'ultima domenica di maggio che porta al ponte del 2 giugno. Lunghe colonne di veicoli si sono mosse dalla terraferma verso la città lagunare, tanto che la polizia municipale è stata costretta a chiudere per 4 ore il ponte della Libertà, costringendo il traffico a fare dietro front, verso i parcheggi di Mestre.

Treno troppo affollato interviene la polizia e fa scendere centinaia di viaggiatori

A favorire l'afflusso dei turisti "locali" è stato anche il brutto tempo, con cielo nuvoloso al mattino, che ha fatto cambiare a molti itinerario, rispetto alle gite sulle spiagge. Situazione comunque sotto controllo nel centro storico di Venezia, costretta a puntare sui turisti veneti in attesa delle probabili riaperture la prossima settimana. 

Riaperture, anche a Cavallino tornano i turisti: ricompaiono i camper

Latitano i turisti tedeschi e austriaci: «A Lignano affari giù dell'80 per cento»

Ultimo aggiornamento: 1 Giugno, 15:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA