Martedì 26 Febbraio 2019, 09:43

Così il Veneto fu ceduto ai Casalesi: la divisione del territorio tra i gruppi mafiosi

PER APPROFONDIRE: camorra, spartizione, territorio, veneto
Così il Veneto fu ceduto ai Casalesi  La divisione del territorio tra i gruppi

di Gianluca Amadori

La criminalità organizzata si era spartita il territorio veneto e il clan dei casalesi aveva guadagnato sul campo il predominio riconosciuto sul Sandonatese. È quanto emerge dall'inchiesta condotta da Guardia di Finanza e Polizia che, la scorsa settimana, ha portato all'arresto di cinquanta persone, ritenute collegate al presunto boss di Eraclea, Luciano Donadio.
 

«Talmente solida è stata la posizione egemonica conseguita dal sodalizio nell'area del Veneto orientale da legittimare i suoi dirigenti a porsi come regolatori dei contrasti economici tra i gruppi criminali locali operanti nel settore del narcotraffico e dello sfruttamento della prostituzione - scrive il pm Roberto Terzo - Per la stessa ragione il sodalizio è stato riconosciuto come unico interlocutore, per affari illeciti riguardanti l'area Sandonatese, da altre organizzazioni criminali operanti in altre regioni, appartenenti alla Ndrangheta ed alla criminalità mafiosa catanese.

I prestiti e l'usura, così spremevano le vittime
Indagata anche la presidente della Camera penale
Il boss della camorra sognava la pensione: «Voglio stare tranquillo»
 

La conferma della spartizione la fornisce lo stesso Donadio, in un colloquio intercettato nel 2016, nel quale dipinge il quadro della situazione ai sodali: «Qua comando io! Nella zona vengo prima io e poi ci vengono gli altri. Hai capito?
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Così il Veneto fu ceduto ai Casalesi: la divisione del territorio tra i gruppi mafiosi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti