#Plasticfree. Ore 11.33 il bagno liberatorio dei 10 mila per dire addio alla plastica

PER APPROFONDIRE: bibione, plasticfree
#Plasticfree. Ore 11.33 il bagno liberatorio dei 10 mila per dire addio alla plastica

di Marco Corazza

BIBIONE (VENEZIA) - Bibione si libera dalla plastica. Nella giornata di Ferragosto una grande festa sulla spiaggia di Bibione, trasformata quest’anno in un palcoscenico globale dal quale lanciare un messaggio per la salute del mare: Bibione #PlasticFree. Presentato nei giorni scorsi come evento che avrebbe coinvolto l’intero litorale, Bibione #PlasticFree – organizzato dalla località con la Guardia Costiera e patrocinato dal Ministero dell’Ambiente – ha firmato oggi, 15 agosto, tutti i 7 chilometri della spiaggia veneta, da sempre in prima fila per la salvaguardia ambientale.

Una firma semplice, #PlasticFree (liberi dalla plastica), visibile per tutti da terra, cielo e mare: da est a ovest, dal faro che nasce sulla foce del fiume Tagliamento alla punta estrema che tocca la laguna, passando per l’ampia spiaggia. Dagli striscioni issati in cielo dai paracadute ascensionali alla gigantesca scritta sulla sabbia e quella composta con gli ombrelloni, fino al tuffo collettivo in mare, con la promessa e l’impegno di migliaia di bagnanti affinché in mare la plastica non ci finisca più.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 16 Agosto 2019, 13:06






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
#Plasticfree. Ore 11.33 il bagno liberatorio dei 10 mila per dire addio alla plastica
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-08-18 06:13:57
Buffonate avanti tutta!
2019-08-17 13:59:54
loro se la spassano a costo zero, mentre treccina sponsor se ne va in mezzo all'oceano RIGOROSAMENTE in una nave a vela rigorosamente in plastica, anzi quella peggiore, vetroresina, che per costruirla sono serviti migliaia di litri di petrolio, migliaia di tonnellate di acqua e ha creato una montagna di scarti di plastiche e gomme varie incalcolabili, da smaltire in qualche discarica che si dissolverà, probabilmente o forse in un paio di ere geologiche, o forse di più. continuate voi a disertare la scuola per protestare contro la bic e fare il bagnetto con le mutande di plastica, per mantenere lo sponsor alla RAGAZZINA con la treccina in perpetua vacanza, a spese vostre.
2019-08-18 16:59:57
No, è di legno
2019-08-16 15:02:42
Ma erano nudi per coerenza? I costumi da bagno contengono fibre non riciclabili (fibre sintetiche come lycra / spandex per esempio) e praticamente sono fatti di plastica ...