Zaia: «Vaccini senza prenotazione per gli invitati ai matrimoni e per gli over 60 con J&J» Video

Lunedì 7 Giugno 2021 di Raffaella Ianuale
Zaia: «Vaccini senza prenotazione per gli invitati ai matrimoni e per gli over 60 con J&J» Video
6

Luca Zaia in diretta oggi, 7 giugno, per il consueto aggiornamento sulla pandemia  e soprattutto sulle riaperture del primo giorno di zona bianca in Veneto. Proprio sabato il governatore aveva firmato la nuova ordinanza che regolamenta tutte le ripartenze dagli impianti di risalita ai locali pubblici, dalle strutture sportive ai matrimoni ed eventi in generale. Per ora manca all'appello solo la ripresa delle attività di discoteche e sale da ballo.

Alcune città venete, in previsione della prima notte "bianca" di oggi, hanno potenziato i servizi di controllo notturno, già a partire da questa sera, perché temono assembramenti per un eccessivo entusiasmo legato allo stop delle limitazioni, in primis il coprifuoco, imposti per sette mesi. A Padova le forze dell’ordine stanno prendendo le contromisure organizzando servizi mirati soprattutto in centro storico, con  in campo due pattuglie della polizia locale  di rinforzo proprio per presidiare i locali delle piazze. 

Tra le novità di oggi, il presidente del Veneto annuncia le vaccinazioni senza prenotazioni per chi deve andare ad un matrimonio e per chi ha più di 60 anni, in quest'ultimo caso gli ultrasessantenni potranno usufruire della monodose di Johnson&Johnson.

 

 

IL BOLLETTINO

Numeri del Covid sempre più bassi in Veneto. Nelle ultime 24 ore è stato registrato un solo decesso e 38 nuovi positivi al virus. Il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia sale a 424.040, quello delle vittime a 11.581. Pian piano si svuotano i reparti Covid degli ospedali. Complessivamente sono 571 (-5) i pazienti ricoverati, dei quali 506 (-4) nelle aree mediche e 65 (-1) in terapia intensiva. Dall'inizio della crisi sanitaria, i malati dimessi sono stati 21.846. I soggetti attualmente positivi e in isolamento sono 6.819

VACCINI E TERZA DOSE

«Abbiamo più di 3 milioni di vaccinazioni già fatte e di queste un milione sono cicli completi, quindi di persone che hanno avuto la doppia somministrazione e quindi hanno chiuso e ora possono stare tranquille». 

«Ci stiamo preparando alla terza dose per chi lo vorrà. Siamo pronti, non dismetteremo la "macchina" delle vaccinazioni, aspettiamo le direttive del Cts e la circolare che identificherà il lasso di tempo necessario tra la seconda e la terza dose»

MATRIMONI

«Proponiamo corsie preferenziali per i vaccini a coloro che hanno le participazioni ai matrimoni. Possono "forzare" il sistema e ricevere la vaccinazione - dice Zaia - . Quindi chi si presenta al centro vaccinale con la participazione potrà essere vaccinato senza dover fare la prenotazione».

OVER 60

Da oggi anche gli over 60 veneti ancora "scoperti" potranno presentarsi senza alcuna prenotazione presso i centri vaccinali del Veneto e riceveranno subito il vaccino monodose Johnson&Johnson. Dalla settimana prossima questo sarà possibile anche presso le farmacie della regione. «Diamo la possibilità di vaccinarsi senza prenotazione agli over 60 che potranno usufruire della dose unica con Johnson&Johnson - dice Zaia -. Le dosi non sono illimitate, ne abbiamo 70mila quindi chi desidera approfittare di questa opportunità si faccia avanti». Sono 160mila gli ultrasessantenni veneti non ancora vaccinati.

ZONA BIANCA

Veneto e virus. «Abbiamo avuto, nella prima fase, un po' di fortuna rispetto alla Lombardia, penso a Codogno, con questo virus, ma siamo stati sotto pressione nella seconda fase dell'epidemia - dice Zaia - oggi noi siamo ufficialmente la prima grande regione italiana che entra in zona bianca. Entrare in zona bianca non è però la festa della liberazione, ci vuole prudenza». 

MASCHERINA

Fino a quando dobbiamo usare le mascherine? «Torneremo alla normalità, gradualmente, anche la mascherina diventerà un accessorio che useremo quando serve, una sorta di ombrello come dico io, che usiamo quando piove, la mascherina la useremo in caso di
assembramenti».

TAMPONI

«Non eliminiamo i tamponi, ricordiamo che non conosciamo tutto di questo virus. Bisogna monitorare le varianti. Il mondo scientifico dice che i vaccini sono performanti anche per la coperture alle varianti - dice Zaia - bisogna fare attenzione ai temi della recrudescenza del virus e ad eventuali focolai che possono sorgere, cercando di capire anche che ruolo avranno le varianti».

Ultimo aggiornamento: 8 Giugno, 09:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA