Gruaro. Panico alla sagra di paese, due ragazzi salgono sulla cassa del complesso: invitati a scendere, riempiono di botte gli addetti

Giovedì 3 Agosto 2023 di Marco Corazza
Panico alla sagra, due ragazzi salgono sulla cassa del complesso: invitati a scendere, riempiono di botte gli addetti

GRUARO - Chiedono a un ospite di scendere dalla cassa del complesso della sagra: in due si scaraventano contro gli addetti e li mandano in ospedale. È accaduto nel weekend scorso a Giai di Gruaro dov'erano in corso i festeggiamenti del paese.

Una festa che aveva richiamato davvero tantissima gente per un appuntamento diventato imperdibile per tanti.

IL FATTO

All'improvviso, mentre tutti stavano ballando, due persone di origini dell'est Europa sono salite sulla cassa del complesso che stava suonando per la serata. Gli addetti del service che si occupa dell'impianto audio e luci hanno chiesto alla coppia di scendere per evitare che si facessero male. Una richiesta che evidentemente i due non hanno gradito, tanto che da lì a poco ne è nata una discussione. I due a quel punto hanno fatto intendere che se ne sarebbero andati con le loro mogli al seguito.

In realtà poco dopo sono tornati sui loro passi prendendosela con un paio di persone dell'azienda che ha noleggiato gli impianti. Uno di loro ha ricevuto un gancio al volto che gli ha fratturato la mandibola, l'altro ha riportato traumi e lividi. Per loro, entrambi della provincia di Pordenone, si è reso necessario il trasferimento in ospedale. Il più grave con la mandibola fratturata è stato trasferito all'ospedale di Padova per essere sottoposto a un intervento mentre il collega è stato dimesso. Sulla vicenda stanno ora indagando i carabinieri di Portogruaro che attendono i referti medici per poter continuare le indagini. La coppia originaria dell'est potrebbe finire in seri guai.

Ultimo aggiornamento: 7 Agosto, 16:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci