Business del "caro estinto": infermieri nel libro paga della pompe funebri

PER APPROFONDIRE: gorizia, infermieri, pompe funebri
Business del "caro estinto": infermieri nel libro paga della pompe funebri
Gli infermieri agganciavano i familiari dei defunti, mettendoli in contatto con i referenti delle varie agenzie di servizi, proponendo quelle più economiche o efficienti. Questi poi fornivano dettagli e indirizzavano i clienti verso gli uffici per le pratiche. Al vertice invece c'erano i rappresentanti di due consorzi, che dividevano i compiti e ridistribuivano le somme guadagnate. È questa la catena organizzativa ricostruita dai carabinieri del reparto operativo - nucleo investigativo e della Compagnia Bologna Centro, che hanno smantellato un business legato al settore funerario. Nel corso dell'operazione, condotta tra le province di Bologna, Modena, Ferrara, Rimini e Gorizia, i militari hanno meso in atto anche a un sequestro preventivo di beni mobili e immobili per circa 13 milioni di euro. 

CONSULENTI DELLE AGENZIE FUNEBRI DIRETTAMENTE IN OSPEDALE
Il modus operandi, infatti, si era consolidato nel tempo ed era strutturato a più livelli. Al livello intermedio i dipendenti delle imprese funebri, che attraverso una stabile presenza presso gli ospedali, in contravvenzione a quanto normativamente previsto, fornivano nell'immediatezza tutti i dettagli del caso ed indirizzavano i nuovi clienti verso i loro uffici per la definizione della pratica. All'apice i due massimi rappresentanti dei consorzi, in grado di dirigere le rispettive associazioni sotto tutti gli aspetti: dalla sistematica suddivisione dei vari "lavori" tra le varie ditte funebri partecipi al progetto delittuoso, alle complessive attività di gestione e redistribuzione delle ingentissime somme introitate.

E NIENTE FATTURE
Le indagini hanno poi chiaramente documentato le sistematiche condotte di riciclaggio promosse e coordinate dagli indagati di vertice con il reinvestimento del rilevante "nero" aziendale, realizzato con la sistematica mancata fatturazione di parte dei servizi funerari e gestito attraverso specifiche contabilità parallele da parte di membri dell'associazione incaricati della specifica mansione. 


I DUE CARTELLI CHE AVEVANO IL MONOPOLIO
I militari stanno eseguendo un provvedimento emesso dal Gip per 30 persone, accusate a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, corruzione di incaricato di pubblico servizio, riciclaggio e violazioni connesse alla responsabilità amministrativa degli enti. Secondo le indagini i due "cartelli" controllavano le camere mortuarie dei due principali ospedali cittadini, il Maggiore e il Policlinico Sant'Orsola-Malpighi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 17 Gennaio 2019, 10:53






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Business del "caro estinto": infermieri nel libro paga della pompe funebri
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2019-01-18 10:34:34
Sempre detto: la vera mafia sta nelle istituzioni.
2019-01-17 18:39:19
enricosecondo 2019-01-17 13:15:29 “Racket delle pompe funebri a Napoli" sempre paesani tuoi
2019-01-17 13:09:06
Corso universitario di economia aziendale. Tema assegnato: attivita' aziendale gestita con criterio della sostenibilita'. La maggior parte degli allievi si arrabatta con scarpe , borse confezionate con materiali di recupero..i docenti sbuffano " uffa e' roba vecchia...siamo stufi di sentirla, c'e'scopiazzamento..". Lampo di genio di un grupetto di 3 : Il funerale sostenibile. I due docenti ( toccandosi) accettanola ricerca... e' nita' che li interezssa. .Risultato ...un lavoraccio che si dilata mano a mano che ci siaddentra malloppo di legislazione nazionale-regionale-comuinale-,esperimenti pilota e reazioni legali dei concorrenti, tecnologia, chimica tanatologica , etnologia comparata, marketing, design, nuovi materiali ecc. Risultato un bel 30 e lode raro ai tre.Lasciateci la copia in digitale pdf..prosecchino al bar in compagnia.. "Vi metterete a gestire veramente??" "No, solo per l'esame, se lo facciamo davvero ci luparano..."
2019-01-17 13:04:28
Se ne parla da sempre. Basta decidere di metterci il naso. Fortunatamente non sono un affezionato cliente, ma non ricordo di aver mai visto fallire un'impresa di pompe funebri. Der resto immagino che nello smarrimento che segue la perdita, qualcuno che ti indirizzi a cio' che e' necessario - ma in quel momento apparentemente l'ultimo dei tuoi problemi - sembri quasi manna dal cielo
2019-01-17 11:38:19
Meraviglie del nord!!