Autostrade Venete, più veicoli in transito verso le località di villeggiatura rispetto al 2019. Rallentamenti verso Venezia e Trieste

Sabato 8 Agosto 2020
Autostrade Venete, più veicoli in transito verso le località di villeggiatura rispetto al 2019. Rallentamenti verso Venezia e Trieste

Per la prima volta in questo esodo estivo, durante la mattinata appena trascorsa, sono risultati in aumento rispetto allo scorso anno i veicoli in viaggio verso le località di villeggiatura. Lo rende noto la Cav, la società Concessioni Autostradali Venete. Nel weekend forse più critico dell'estate, il traffico in si è mantenuto su livelli sostenuti, provocando tuttavia solo qualche rallentamento in direzione Trieste e Venezia.

Partenze concentrate nella prima parte della mattinata, con il picco di transiti raggiunto già tra le ore 8 e le 9 sul tratto tra Padova Est e il Bivio A4/A57-Arino in direzione Trieste, percorso in quei 60 minuti da 4.411 veicoli. Numeri da vero esodo, simili e in alcuni casi superiori rispetto a quelli dello scorso anno. Complessivamente, tra le ore 6 e le 12, sono transitati in direzione Trieste, tra Padova e Arino, 20.404 veicoli, l'11,24% in più rispetto al sabato omologo dello scorso anno (10 agosto 2019). In calo invece il traffico in direzione opposta, verso Milano: 14.925 transiti nel corso della mattinata, -14,36%. Segno che molti hanno scelto la settimana di Ferragosto per le partenze di quest'estate anomala.

Per la prima volta dunque, seppure per la sola mattinata, si «incrociano» le curve dei flussi di traffico registrati in un sabato mattinata di questa estate rispetto al 2019. Tempi di attesa tutto sommati brevi alla barriera di Venezia-Mestre in A57, dove comunque è stato registrato il passaggio di 12.388 veicoli in uscita, il 5,65% in più rispetto al sabato omologo del 2019, mentre in entrata (direzione Milano) si sono registrati 7.734 transiti, in calo del -10,05% rispetto allo scorso anno. Il traffico si prevede rimanga sostenuto per tutta la giornata di sabato e poi domani, domenica, seppur in tono minore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA