Trieste, Dipiazza si conferma sindaco per la quarta volta e subito chiama Berlusconi

Lunedì 18 Ottobre 2021 di Redazione Web
amministrative 2021 , Dipiazza confermato

TRIESTE - Roberto Dipiazza è, per la quarta volta, sindaco di Trieste. E Trieste è l'unico capoluogo di provincia su 10 dove ha vinto il centrodestra. Il sindaco uscente  ha vinto il ballottaggio contro il rivale del centrosinistra, Francesco Russo, autore tuttavia di una incredibile rimonta. Lo ha annunciato lui stesso - «Ho vinto» - intervenendo in collegamento in diretta con l'emittente tv TeleQuattro, quando mancano sei sezioni al termine dello spoglio ed è in vantaggio di circa tre punti, 51,6% contro 48,4%.  Lo sfidante Russo partiva da quasi 16 punti di svantaggio.

Quando sono state scrutinate tutte le 238 sezioni, il dato definitivo è 51,29% per Dipiazza e 48,71% per Russo. Sono stati 76.613 i votanti mentre i voti validi  75.674.  Dipiazza ha riferito di aver subito telefonato all'antagonista per annunciargli la disponibilità a una maggiore condivisione nel grande progetto di trasformazione del Porto Vecchio

 

Subito il neo eletto ha chiamato Silvio Berlusconi, il leader storico di Forza Italia che sul paventato blocco e il caso del porto di Trieste era stato categorico: «Eroe è chi blocca un treno per Auschwitz, non un porto per il Green pass». Dipiazza, pure, si era schierato al fianco di Zeno D'Agostino, il presidente dell'Autorità portuale: «Zeno è sotto scacco dai portuali. Ma stiamo scherzando?», aveva detto. 

Festa con Fedriga 

Biografia

Roberto Dipiazza è un sindaco che viene dal mondo dell'impresa, ha 68 anni, ed è originario della provincia di Udine. Abbandona presto la scuola per andare a lavorare a 16 anni a Trieste in un negozio di alimentari. Prima di conquistare il capoluogo si fa le ossa come amministratore a Muggia. Il primo mandato come sindaco di Trieste risale a 20 anni fa.  Alle elezioni regionali in Friuli-Venezia Giulia del 2013 è eletto con il massimo numero di preferenze (ma vince la parte avversa: il centrosinistra di Debora Serracchiani). 

Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre, 10:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA