Litigano al bar: va a casa, torna con un coltellaccio e pugnala il rivale

Mercoledì 29 Marzo 2017
16
TREVISO - Pugnalato con un enorme coltello davanti al bar Mokita a San Zeno: il tentato omicidio si è consumato alle 21 di martedì 28 marzo, vittima un uomo di 45 anni, trovato dai poliziotti a terra con una ferita all'altezza dell'addome. Dell'aggressore però non c'era alcuna traccia. Grazie alla descrizione dei testimoni i poliziotti sono riusciti a risalire all'identità dell'aggressore e ad individuarlo nella sua abitazione: si tratta di C.W., già noto alle forze dell'ordine, l'uomo ha consegnato l'arma ed è stato arrestato per tentato omicidio. Ora è in carcere a Santa Bona. A dare l'allarme è stata una donna che ha chiamato gli operatori del 113.

LA LITE E LA PUGNALATA
Aggressore e vittima avrebbero iniziato a litigare per futili motivi nel plateatico del bar, al culmine della lite l'aggressore si è allontanato ed è tornato con il coltello lungo 35 centimetri: ha iniziato a sferrare fendenti contro l'avversario - un cittadino marocchino - che, per difendersi, ha usato le sedie di plastica del locale, trovate rotte a terra.

Ultimo aggiornamento: 13:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA