Sabato 13 Ottobre 2018, 22:25

«Rc auto? L'ho acquistata online» ma è falsa, sequestrati 290 veicoli

PER APPROFONDIRE: auto, fantasma, rc auto, sequestrate
Numerosi i casi riscontrati dalla polizia locale di San Biagio
TREVISO  - Risparmiare qualche euro sulla polizza Rc auto fa comodo a tutti. Specie di questi tempi, con mille bollette da pagare e i costi in continuo aumento. Sul web si trovano offerte assicurative a dir poco vantaggiose, ma bisogna stare attenti: la truffa è sempre dietro l’angolo. Lo sanno bene gli automobilisti fermati lungo le strade della Marca per un controllo sulla posizione amministrativa dei loro veicoli. Si perchè tra i pizzicati a circolare senza copertura, con conseguente sequestro dell’auto, non ci sono solo furbetti, ma pure cittadini che, in completa buona fede, avevano attivato delle polizze online rivelatesi al controllo inesistenti. Sono stati vittime di vere e proprie truffe. 
Il fenomeno è emerso durante i controlli su strada effettuati nel corso di quest’anno dagli agenti della polizia locale del servizio associato dei Comuni di San Biagio di Callalta, Monastier e Zenson di Piave. I numeri dei veicoli circolanti senza Rc auto sono impressionanti: dall’inizio dell’anno sono stati posti sotto sequestro perchè privi di assicurazione 289 veicoli. Tantissimi. La maggior parte dei proprietari sapevano benissimo di non essere in regola, ma c’è anche chi aveva acquistato delle polizze sul web, magari della durata di pochi mesi così da risparmiare sul costo, del tutto fraudolente. «Quello dei veicoli senza assicurazione è un fenomeno in netta crescita - conferma Barbara Ciambotti, comandante del servizio associato di polizia locale dei tre comuni -. Ma ad “incentivarlo” sono anche delle truffe che circolano sul web dove vengono proposte assicurazioni per pochi mesi a costi ridotti, che poi si rivelano false. Ad esserne vittime sono stranieri sprovveduti ma anche concittadini italiani che si trovano in momentanea difficoltà economica».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Rc auto? L'ho acquistata online» ma è falsa, sequestrati 290 veicoli
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2018-10-15 19:28:44
...mi collego anche a quello che dice Ghibli53: oggi verificare se gli intermediari sono abilitati è semplice! Basta entrare nel sito dell'IVASS (ISTITUTO DI VIGILANZA DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE) e poi ricercare nel R.U.I. (REGISTRO UNICO DEGLI INTERMEDIARI) - si trova tuttto. Se l'intermediario non esiste nell'elenco TENETEVI ALLA LARGA!
2018-10-15 09:12:44
Su alcuni argomenti non esistono adulti sprovveduti ma persone prive di scrupoli! Enricosecondo non le fa onore il continuare a denigrarsi da solo in quanto italiano.
2018-10-15 12:16:44
non tutti gli italiani sono uguali, ricordalo. e chi si assicura con quelle compagnie lo sa benissimo che sono farlocche. quindi non sono truffati ma truffatori.
2018-10-15 06:31:34
A prescindere da quello accaduto a questi signori che non sanno fare i conti, ossia se qualcosa costa meno di quelle iscritte all'ANIA sicuramente non sono accreditate o meglio fanno capo a dei truffatori (l'elenco lo si trova qui http://www.ania.it/it/servizi/imprese-associate/). Ora anche quelle accreditate lasciano a desiderare, nel senso che nel risparmiare sul costo della polizza non sempre conviene, ossia Il massimale sul costo minimo (da 197 a 240 euro)varia da 6 milioni a un massimo di 7 milioni di euro; se per sfortuna investi un avvocato un medico ossia persone che guadagnano un sacco di soldi, queste assicurazioni non pagheranno mai in toto il danno alla persona; e in qualche caso neanche quello alle cose ( un’auto nuova che nell’incidente abbia danni che superano il massimale). Quindi sveglia gente, e a tutti l’augurio di una vita serena.
2018-10-14 21:28:46
I truffatori esistono perché ci sono tanti "baucchi" sul sito IVASS si può trovare l'elenco aggiornato delle imprese ammesse ad operare in Italia sulla responsabilità Civile obbligatori adell'auto