Il "giallo" del pitone in libertà: fuga o abbandono dei proprietari?

PER APPROFONDIRE: castello di godego, fiume, pitone, scomparso
Il "giallo" del pitone in libertà: fuga o abbandono dei proprietari?
 Potrebbe essere una fuga o un caso, ormai frequente, di abbandono volontario. Nella zona di Castello di Godego ( Treviso) è in corso la ricerca di un pitone di un metro e 70 centimetri di lunghezza, uscito per cause da precisare dalla sua dimora in cattività. Sul posto sono in corso ricerche da parte di Polizia municipale, Carabinieri e Servizio veterinario della Usl locale, ma non mancano cittadini, che volontariamente stanno perlustrando la zona.

Del fatto sono stati informati anche i vigili del fuoco. L'abbandono di rettili «domestici» anche nel Trevigiano rappresenta una casistica che sta rapidamente scalando quella più nota e sempre consistente di mammiferi comuni come cani e gatti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 8 Agosto 2019, 19:47






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il "giallo" del pitone in libertà: fuga o abbandono dei proprietari?
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-08-10 16:49:30
Bello amico mio, vieni, ti do un bacino.
2019-08-09 11:17:03
Ho letto commenti che dovrebbero vietare la possibilità di tenere in casa “animali del genere” perché che fastidio vi danno? Che sia un boa o un pitone sono entrambi innocui!
2019-08-09 10:09:35
dicono che l'hanno trovato. era in casa in un angolo nascosto. ma, visto che non si sa neppure se sia stato o pitone o boa, credo che la fantasia con questa notizia abbia galoppato parecchio.
2019-08-08 23:32:53
Dubito un abbandono volontario.. il proprietario paga caro un animale del genere con la teca, lampade UVB e riscaldanti a infrarossi ecc. E poi vi pare che lo liberi quando potrebbe benissimo rivederlo? Probabilmente qualcuno un po sbadato starà cercando disperatamente questo animale da compagnia "meno diffuso"
2019-08-08 21:22:09
Questi animali andrebbero semplicemte vietati nelle nostre città, con applicazione di pesanti sanzioni a chi trasgredisce. Coloro che vogliono vivere in loro compagnia possono trasferirsi nelle zone in cui vivono.