Lunedì 3 Settembre 2018, 08:26

Furti prescritti, la banda albanese è libera. Investì un carabiniere

il brigadiere Maurizio Biasini

di Roberto Ortolan

TREVISO - È diventata definitiva la condanna inflitta all'albanese che si trovava al volante dell'auto, e ai due complici fuggiti a piedi che, il 20 febbraio 2015, per sfuggire ai carabinieri che li avevano sorpresi nel proprio covo, investì e fracassò la gamba al brigadiere Maurizio Biasini, all'epoca dei fatti in servizio nella Compagnia di Castelfranco. Una condanna che i tre hanno finito, in tempi diversi, di scontare nelle carceri di Treviso e Venezia. Ora sono uomini liberi a tutti gli effetti. Ma...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Furti prescritti, la banda albanese è libera. Investì un carabiniere
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 39 commenti presenti
2018-09-04 14:56:13
MALAGIUSTIZIA !!!!!
2018-09-04 14:38:46
La prescrizione. Abbreviata da Berlusconi per evitare condanne spiacevoli, come previsto ora permette ai criminali di non finire in galera.
2018-09-04 13:25:48
La prescrizione... a qualcuno piace.
2018-09-04 10:08:26
ho l'impressione che abbiamo dei giudici molto timorosi che si lasciano impressionare dalla parlantina di certi avvocati. possibile che il giudice non avesse una strategia opposta che puntasse a punire severamente quelli che commettono questi delitti? per conto mio non vogliono nemmeno provare a spulciare il codice come invece fanno gli avvocati.
2018-09-03 21:00:24
Al loro paese non vengono più fuori. Per questo tutti scappano qui.