Zaia verso il +20% rispetto alla coalizione e la Lega supera la maggioranza assoluta. Non succedeva dai tempi della Dc

Lunedì 21 Settembre 2020
​Zaia verso il +20% rispetto alla coalizione e la Lega supera la maggioranza assoluta. Non succedeva dai tempi della Dc
Elezioni regionali del Veneto: l'analisi del voto. Il governatore Luca Zaia riceve il 20% in più di voti rispetto all'intera coalizione che lo sostiene, e per la prima volta in Veneto dai tempi della Dc un partito - la Lega, attraverso le liste che lo rappresentano - supera la maggioranza assoluta. Sono i due principali elementi che emergono dallo spoglio delle elezioni regionali, illustrate dal prof. Paolo Feltrin, dell'Osservatorio elettorale del Consiglio regionale.

Veneto Regionali: risultati in diretta


«La tendenza - ha spiegato Feltrin - è verso la semplificazione e concentrazione del voto: le liste piccole ricevono pochi voti, anche dentro alle coalizioni. L'impressione è che si formeranno al massimo 7-8 gruppi consiliari».

La Lega, attraverso la propria lista, la Lista Zaia Presidente e la Lista Veneta Autonomia, va verso oltre il 50% dei seggi; nella storia della Regione Veneto solo la Dc riuscì avere la maggioranza assoluta nel 1970, nel 1975 e nel 1980.

Il risultato modesto delle liste piccole vale anche per Veneta Autonomia (2%), per il Veneto che Vogliamo, la civica legata ad Arturo Lorenzoni e per Europa Verde. Il M5S supera lo sbarramento del 3% come lista, ma non quello del 5% come coalizione. Per le altre forze di centrodestra, Fdi va verso il 7-8%, un risultato al di sotto delle ultime europee, per Forza Italia un 2,5-3% definito da Feltrin «modesto». 


 

Elezioni regionali Veneto, chi è Luca Zaia

Luca Zaia, 52 anni, negli ultimi mesi ha avuto una ribalta nazionale per la gestione della crisi Covid-19 ed è sostenuto dal centrodestra unito - Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia - oltre che dalle due liste civiche Zaia Presidente e Lista Veneto Autonomia.

Ultimo aggiornamento: 22:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA