Corsa per la solidarietà, il record assoluto di Roberta: in dieci anni raccolti 37 milioni di tappi

Giovedì 9 Novembre 2023 di Loris Del Frate
Roberta Masat

Chi l’avrebbe mai detto che raccogliendo tappi di sughero si potessero fare così tante cose. Eppure dieci anni fa quando a Roberta Masat venne questa idea, forse in mente aveva già una strada segnata. Di sicuro, però, non si aspettava certo di arrivare dove è arrivata con la sua associazione “Tappodivino” che proprio a novembre compie i due lustri di vita.


I NUMERI

Eppure i numeri sono impressionanti, secondi solo alla forte volontà e alla caparbietà della presidente che andando avanti nel suo progetto ha trasmesso l’entusiasmo a centinaia di persone che ora le danno una mano in questa avventura benefica. Raccogliere fondi per chi soffre è una missione condivisa in Tappodivino da ben 430 volontari, 20 referenti territoriali, senza contare i titolari e i dipendenti delle 1.500 attività che supportano la raccolta.

In dieci anni di partecipazione al progetto Etico i numeri sono incredibili: 216 mila 700 chilogrammi di sughero riciclato, pari a circa 37 milioni di tappi.


LA RACCOLTA

Il percorso prevede che poi, Amorim Cork Italia dia un contributo alle realtà che partecipano a Etico, derivante in parte dalla vendita della granina dei tappi di sughero usati, in parte come contributo spontaneo dell’azienda, per ogni tonnellata raccolta. Così facendo Tappodivino ha potuto ricevere ben 152 mila euro, importo interamente devoluto in solidarietà: nessuna spesa viene sostenuta con quanto ricavato, se non la polizza volontari obbligatoria per il Terzo settore e qualche centinaio di euro per la stampa dei volantini con cui divulgare l’iniziativa. Nel dettaglio, i volontari non ricevono nemmeno un euro di rimborso spese e ognuno si paga perfino il pranzo annuale, organizzato per potersi rivedere. Ed è sempre una grande festa.


IL LEGAME

Un legame di oltre 10 anni quello tra Etico e la Onlus Tappodivino, una storia che intreccia vicende personali e valori quali la gratitudine, la solidarietà e la costruzione di un mondo migliore. Etico è, infatti, il progetto di Amorim Cork Italia che si occupa della raccolta di tappi in sughero usati in tutta Italia, per ridurre l’impatto ambientale, trasformarli in nuova materia prima e condividere i benefici di questa operazione con realtà che si occupano di progetti sociali. 


LA NASCITA

In quest’ottica Tappodivino è nata dall’intuizione di Roberta Masat, la presidente, che ha concentrato in questa organizzazione di volontariato tutta la sua voglia di fare del bene agli altri. «È un’iniziativa senza scopo di lucro personale - spiega - basata unicamente su buona volontà, tempo libero ritagliato dai mille impegni e l’essenziale disponibilità di amici e conoscenti». «Il lavoro che Tappodivino ha portato avanti in tutti questi anni ha un valore umano e morale inestimabile – afferma Carlos Veloso dos Santos, ad. si Amorim Cork Italia – Si tratta della realtà più attiva nel progetto Etico e siamo estremamente onorati di partecipare grazie a loro. Un settore fragile, quale quello oncologico, tutto deve agli sviluppi della scienza, ma molta differenza la fanno anche le persone, che in Tappodivino sono decisamente di grande cuore».


I FONDI

Sono ben dieci, infatti, le realtà non - profit, operanti in ambito oncologico destinatarie del ricavato (settore scelto per esperienze personali di molti dei referenti Tappodivino), in primis l’Hospice Via di Natale che si occupa di erogare gratuitamente servizi di ricovero, cure palliative per i malati affetti da tumore in fase avanzata nonché terapia del dolore, terapie di supporto e ospitalità per le persone seguite dal Centro di Riferimento Oncologico di Aviano. Solo a questa realtà, sino a oggi, sono stati devoluti ben 78 mila euro euro. La precisione dell’ammontare è garantita dal fatto che ogni zona ha un referente territoriale che pesa le rispettive raccolte dei box Etico, così da consentire di devolvere quanto destinato alle singole realtà in maniera insindacabile, moltiplicando i chili raccolti per i 70 centesimi che vengono riconosciuti per ogni chilo. I tappi vengono raccolti anche in ben 37 supermercati in Friuli, grazie un accordo che Tappodivino ha chiuso con coop Alleanza 3.0. Buon lavoro. E grazie.

Ultimo aggiornamento: 17:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci