Stop a disordine e furti, gli annaffiatoi del cimitero ora si usano su cauzione

Domenica 10 Ottobre 2021 di Mirella Piccin
Stop a disordine e furti, gli annaffiatoi del cimitero ora si usano su cauzione

AZZANO- Da alcuni giorni per utilizzare gli annaffiatoi disponibili nei cimiteri del territorio comunale si dovrà lasciare una cauzione di uno o due euro. È questa la decisione presa dall'amministrazione comunale e della cooperativa che gestisce i servizi cimiteriali, poichè gli annaffiatoi che erano messi a disposizione degli utenti del camposanto venivano sempre lasciati in giro oppure sparivano, come sempre più spesso succede anche ai fiori e alle piante sulle tombe.
Allora il Comune ha deciso: ai mali estremi rimedi. Gli annaffiatoi sono stati sistemati in rastrelliere all'ingresso dei cimiteri, ognuna da dieci pezzi. Sono poi stati assicurati alla rastrelliera tramite un meccanismo simile a quello usato nei supermercati per ritirare e usare il carrello. Mettendo un euro la catena si sgancia e si può prendere l'annaffiatoio. L'euro verrà restituito quando l'innaffiatoio sarà rimesso a posto nella rastrelliera.
Una soluzione, questa, che si spera che possa dare buoni risultati. Ora è ancora presto per fare un bilancio, comunque gli effetti si vedranno nei primi giorni di novembre per la commemorazione dei defunti, quando nei cimiteri comunali si recano numerosi visitatori.
«L'amministrazione comunale - spiega la consigliera con delega al patrimonio e manutenzioni Monica Padovan - ha deciso di introdurre questo nuovo sistema per evitare il disordine, e come segno di cura e attenzione per i nostri camposanti. Quindi chi si reca in visita ai propri cari troverà questa novità in tutti e quattro i 4 cimiteri del territorio: per utilizzare l'innaffiatoio ci si dovrà comportare un po' come con i carrelli al supermercato - precisa Padovan -. Anche se, ancora per uno o due mesi, proprio per abituare i cittadini al nuovo sistema, si manterranno alcuni annaffiatoi liberi. Le rastrelliere, che contengono come detto 10 annaffiatoi ciascuno, sono state posizionate in prossimità delle fontanelle dell'acqua. Sarà sufficiente inserire una moneta da cinquanta centesimi, uno o due euro per sbloccare il lucchetto che ferma gli strumenti - sottolinea -. Una volta utilizzati, li si ripone nei distributori e si recupera la moneta, proprio come col carrello della spesa». Conclude Padovan: «Nel project financing con la società che ha in concessione il servizio di illuminazione votiva di tutti i cimieri del comune di Azzano Decimo, oltre all'importante progetto di riqualificazione energetica e funzionale di illuminazione, abbiamo pensato di inserire anche l'installazione di queste nuove rastrelliere porta annaffiatoio». 
Nel frattempo dopo che la Giunta ha affidato la redazione del progetto, la direzione dei lavori delle opere di consolidamento statico e di risanamento conservativo dell'arcata centrale del cimitero del capoluogo, martedì prossimo partiranno le opere di recupero e consolidamento. I lavori avranno una durata di due settimane.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA