«Scippo stile Napoli: via l'orologio mentre bevevo il caffè al bar»

Venerdì 25 Ottobre 2019 di Marina Lucchin
«Scippo stile Napoli: via l'orologio mentre bevevo il caffè al bar»
4

PADOVA «È stato uno scippo, come quelli che si vedono a Napoli. Una cosa velocissima, in 5 secondi, zac e via l'orologio, poi la fuga in motorino». È il racconto del titolare del bar Baessato di largo Europa, dove mercoledì, poco dopo le 14, una 39enne di Tombolo che stava sorseggiando un caffè accomodata sui tavolini esterni del locale, è stata scippata del prezioso orologio che aveva al polso, un Patek Philippe da 15mila euro. 
 
IL FATTO
Mercoledì, poco dopo l'ora di pranzo, la donna era seduta ai tavolini esterni del locale godendosi, oltre al caffè, anche il tepore del sole di queste giornate decisamente fuori stagione. In una manciata di secondi un malvivente, di carnagione chiara, si è avvicinato rapidissimo, le ha strappato l'orologio e poi è scappato a bordo di uno scooter bianco condotto da un complice che lo stava aspettando a pochi metri di distanza, pronto alla fuga verso corso Garibaldi, dove i due, poi, hanno fatto perdere le proprie tracce.
Sul posto sono arrivati, subito dopo la telefonata al 113, gli agenti delle Volanti della questura, che hanno ascoltato i testimoni della scena. 
La vittima, una 39enne di Tombolo, che aveva approfittato della visita nel capoluogo per fermarsi nello storico bar di largo Europa, ha spiegato di essere stata avvicinata dal malvivente che in un attimo le ha sganciato e filato l'orologio. Sul polso della malcapitata c'era qualche abrasione, ma la donna non ha dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso.
Ora, al lavoro sul caso, c'è la Squadra mobile, diretta da Mauro Carisdeo, i cui investigatori stanno visionando le immagini della videosorveglianza della zona per dare un nome e un volto ai malviventi. 
LA TESTIMONIANZA
Desolati per quanto accaduto i gestori dello storico locale. «È stato un vero scippo, tipo a Napoli - precisa il titolare - Una cosa rapidissima. Sono arrivati in due con lo scooter, uno è sceso, ha sfilato l'orologio ed andato via. Si è avvicinato alla cliente e tac. Cinque secondi ed era scappato. La signora non se n'è neanche accorta. Altro non voglio dire». 
I PRECEDENTI
Negli ultimi tempi gli scippatori, in realtà, si sono concentrati più su vittime anziane che giovani. Anzi, la 39enne, si può dire essere un'eccezione rispetto ai precedenti delle ultime settimane che hanno visto un boom dei furti con abbraccio: le vittime vengono avvicinate da ladri che, fingendo di chiedere un'informazione o di essere dei conoscenti che non vedevano da tempo, le derubano sfilando loro, con grande abilità, l'orologio o il bracciale dal polso, oppure la collana indossata. Bottini anche da migliaia di euro. 
La tecnica è quella di cogliere la vittima di sorpresa, impossessandosi del prezioso con grande destrezza, allontanandosi prima di una qualsiasi reazione. 
Marina Lucchin 

© RIPRODUZIONE RISERVATA