Moglie agita il martello contro il marito, lui chiama il 112. La donna è stata arrestata

Mercoledì 30 Novembre 2022 di Cesare Arcolini
Cartura, moglie assale marito col martello

CARTURA - La miccia si è accesa da un momento all'altro e la serenità ha lasciato il posto alla violenza.
Una donna ha cercato di colpire alla testa con un martello da carpentiere il marito, che però è riuscito a divincolarsi e a chiedere aiuto ai carabinieri. Liti tra coniugi sempre più frequenti: un rapporto ormai deteriorato.

L'INTERVENTO

Numerose anche nel recente passato le segnalazioni ai numeri d'emergenza per riportare un briciolo di serenità tra marito e moglie. Lunedì pomeriggio la situazione tra una donna romena di 50 anni e il consorte italiano ha rischiato di trasformarsi in tragedia. E' stato proprio quest'ultimo a contattare il 112. «Mia moglie mi sta minacciando con un martello, ho paura - avrebbe detto al telefono - non riesco a farla ragionare».
I carabinieri della stazione di Conselve coordinati dal luogotenente Giuseppe Ferracane sono corsi sul luogo della segnalazione in un appartamento di Cartura. Quando sono arrivati la donna sarebbe stata trovata in stato di alterazione psicofisica, urlava frasi senza senso e con il martello in mano da carpentiere era intenzionata a colpire il marito.
I militari dell'Arma con tutte le attenzioni del caso sono riusciti a farla desistere e farle poggiare a terra l'arma.
Sembrava tutto finito, ma la cinquantenne prima si è scagliata anche contro i carabinieri cercando di colpirli, poi si è rinchiusa in camera per tentare di fuggire al controllo. Non sentiva ragione era in uno stato di choc che le ha fatto perdere la necessaria lucidità.

L'ARRESTO
Non senza fatica la pattuglia intervenuta è riuscita ad entrare in camera e a rendere inoffensiva la donna.
Quest'ultima è stata accompagnata in ospedale per tutti gli accertamenti del caso. Al termine è stata arrestata con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale.
Al momento il marito, che nella contesa, a parte un enorme spavento, è rimasto miracolosamente illeso, non ha ancora formalizzato alcuna denuncia a suo carico.
E' emerso che i litigi negli ultimi tempi sarebbero diventati sempre più frequenti, con la vittima, il marito, che in tutte le maniere sta cercando di aiutare la consorte, ma con pochi risultati.
Le discussioni sarebbero sempre per futili motivi e legate alla conduzione familiare e a problematiche ordinarie quotidiane. Nulla che non si potrebbe risolvere con un minimo di sacrificio, ma che evidentemente in questo periodo rappresenterebbero uno scoglio troppo grande da superare per la donna.
Resta ora da capire quali decisioni prendere l'autorità giudiziaria per aiutare la donna ad uscire dalla sua situazione di crisi e allo stesso tempo tutelare il marito che ogni giorno, anche per motivi banali, rischia seriamente di subire le percosse della donna.

Ultimo aggiornamento: 10:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci