Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Operazione della guardia di finanza, venti lavoratori in nero e sei sospensioni dell'attività imprenditoriale

Martedì 7 Giugno 2022 di Redazione Web
La guardia di finanza di Padova ha scoperto 20 lavoratori in nero

CITTADELLA - Sono venti i lavoratori in nero individuati dalla guardia di finanza. Negli ultimi due mesi i baschi verdi del comando provinciale di Padova hanno intensificato i controlli su questo fronte e la compagnia di Cittadella ha avviato un'analisi specifica sul settore manifatturiero. Dalle indagini e dalle attività ispettive, eseguite anche con il personale dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Padova, sono stati individuati 18 lavoratori per i quali il datore di lavoro non aveva comunicato l'instaurazione del rapporto. Su segnalazione della stessa compagnia, l'Ispettorato Territoriale del Lavoro ha adottato 5 provvedimenti di sospensione dell'attività perché veniva impiegato personale in nero. Sotto il profilo fiscale si parla di omessi versamenti dell'imposta sul valore aggiunto per oltre 1 milione di euro.

I finanzieri del Gruppo di Padova, invece, hanno scoperto che in una pizzeria d'asporto in provincia lavoravano in nero due persone: anche in questo caso l'Ispettorato ha sospeso l'attività imprenditoriale. Potrà riaprire dopo aver pagato la sanzione che va da un minimo di 36 mila euro a un massimo di 216 mila euro, oltre a regolarizzare la posizione dei lavoratori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci