Imprenditore in vacanza con la moglie, ladri sfondano la porta e razziano la villa

Venerdì 24 Gennaio 2020 di Cesare Arcolini
L'esterno della villa presa di mira dai ladri a Noventa padovana
1
NOVENTA PADOVANA - Ladri a casa dell'imprenditore, i vicini vedono due sagome muoversi in giardino e si mettono ad urlare. La malavita dedita ai furti in abitazione a Noventa Padovana pare aver alzato il tiro. L'altra sera attorno alle 20 due banditi hanno fatto irruzione nella villa dell'imprenditore del ramo calzaturiero Gianni Pittarello e della moglie Paola Salmaso. 
Dopo aver scavalcato il cancello d'ingresso si sono portati dentro la proprietà.
Hanno forzato una porta blindata e sono penetrati all'interno. Il sistema d'allarme ha cominciato a suonare all'impazzata. I malviventi hanno avuto pochi minuti a disposizione, nei quali hanno messo a soqquadro tutti gli ambienti alla ricerca di soldi e gioielli. Una volta paghi del bottino arraffato, e soprattutto temendo l'arrivo delle forze dell'ordine, sono poi fuggiti attraverso i campi facendo perdere le loro tracce.
L'OSCURITÀ LI HA AIUTATI
Sul posto in pochi minuti sono arrivati i carabinieri con un paio di pattuglie. Le ricerche dei ladri sono state diramate in tutta l'area compresa tra Noventa Padovana e il comune capoluogo, ma chi ha agito a casa Pittarello è riuscito per il momento a farla franca. 
Le persone che hanno dato l'allarme al 112 sono state a lungo sentite dagli inquirenti, ma nell'oscurità non sono state in grado di fornire un dettagliato identikit sui ladri in fuga. Il bottino del colpo è ancora in via di quantificazione. I residenti sono infatti al momento all'estero per le ferie e solo al loro rientro potranno fare un inventario degli ammanchi. 
La zona teatro dell'ennesimo furto in abitazione si trova quasi al confine con il comune di Padova, versante di Camin. 
Gli investigatori dell'Arma avranno ora a disposizione le immagini sia della videosorveglianza comunale che della villa, per tentare di capire chi sia riuscito a violare una residenza di assoluto valore, in una zona tra l'altro di transito, dove essere notati è molto facile. 
Quanto alle indagini è emerso che ancora una volta è la serata del mercoledì la più congeniale per mettere a segno i furti. Era successo il 4 dicembre ai danni dell'ex consigliere comunale Sandra Giolo, bottino record da 60mila euro, ma anche il 15 gennaio per la nipote, con monili rubati per un bottino di 6mila euro. Solo casualità? 
FATALE IL MERCOLEDÌ
Su questo dettaglio gli inquirenti mantengono il più stretto riserbo. E' tuttavia chiaro che mercoledì sera chi è entrato a casa della famiglia Pittarello era perfettamente al corrente che i residenti non sarebbero rientrati per cena. 
In paese, nel frattempo, ci si interroga sulla questione sicurezza. Nonostante gli sforzi messi in atto dall'Arma il territorio di Noventa rimane uno dei più battuti dalla malavita. 
I furti in abitazione da metà novembre in poi ormai non si contano. La gente ha paura e chiede quanto prima misure più ferree che possano riportare un po' di serenità. 
  Ultimo aggiornamento: 10:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci