Scuola, una mensa su tre fuori regola. Giulia Grillo: «Un film dell'orrore»

PER APPROFONDIRE: blitz, mense, scuole, topi
Scuola, una mensa su tre fuori regola. Giulia Grillo: «Un film dell'orrore»
Cibi scaduti, topi e parassiti: una mensa scolastica su 3 presenta irregolarità. Su 224 mense ispezionate sul territorio nazionale sette sono state chiuse per la grave situazione igienico-strutturale rilevata. Sono questi i primi risultati del monitoraggio di controllo condotto dai carabinieri del Nas dall'inizio di questo anno scolastico. 

Sanzioni pecuniarie sono state erogate per oltre 576mila euro e sequestrate oltre 2 tonnellate di alimenti. «Cibi scaduti, gravi carenze igieniche, perfino topi e parassiti: un film dell'orrore», afferma il ministro della Salute Grillo.

Il comando per la tutela della salute Nas, d'intesa con il ministero della Salute, ha avviato fin dall'inizio dell'attuale anno scolastico un monitoraggio di controllo, tuttora in corso, sui servizi di ristorazione nelle scuole di ogni ordine e livello. L'obiettivo è accertare le condizioni d'igiene e strutturali dei locali, la rispondenza dei menù ai capitolati d'appalto, la corretta gestione e preparazione degli alimenti, anche in relazione alle esigenze nutrizionali e salutistiche dei ragazzi. Ad oggi, sono state ispezionate 224 mense presenti negli istituti scolastici del territorio nazionale, delle quali 81 hanno evidenziato irregolarità, tra queste 7 presentavano una grave situazione igienico-strutturale e ne è stata disposta la sospensione del servizio.

 

Alle 81 irregolari sono state contestate 14 violazioni penali, 95 infrazioni amministrative alle normative nazionali e comunitarie con il deferimento di 15 persone alle competenti Autorità Giudiziarie oltre alla segnalazione di 67 soggetti alle Autorità Amministrative. Sono stati inoltre individuati e sottoposti a sequestro oltre 2 tonnellate di derrate alimentari (prodotti ittici, carni, formaggi, frutta, verdura, olio, pane) poiché prive di indicazioni di tracciabilità e provenienza dei prodotti, detenute in ambienti e condizioni inadeguati nonché scadute di validità. «La maggioranza delle violazioni rilevate in questo piano di controlli sono di tipo amministrativo come la mancata applicazione dei sistemi di autocontrollo e prevenzione del rischio, carenze igieniche e strutturali delle aree adibite alla lavorazione, irregolarità sull'etichettatura e sulla tracciabilità degli alimenti - precisa il generale Adelmo Lusi, comandante dei carabinieri per la Tutela della Salute (Nas) - Gli illeciti penali hanno interessato reati quali la frode e le inadempienze nelle pubbliche forniture, dovute al mancato rispetto agli obblighi contrattuali assunti dalle aziende di catering all'atto dell'assegnazione delle gare di appalto, la detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione e l'omessa applicazione delle misure di sicurezza sui luoghi di lavoro ed a tutela degli operatori».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 14 Dicembre 2018, 11:39






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Scuola, una mensa su tre fuori regola. Giulia Grillo: «Un film dell'orrore»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-12-14 21:25:40
enricosecondo "La maggior parte è al centro-sud" e il resto nel Veneto, tutti uguali questi italiani "Ma va chi l’avrebbe mai detto!! "
2018-12-14 15:16:09
Mense scolastiche, una su quattro è irregolare. NAS:”La maggior parte è al centro-sud”. Ma va chi l’avrebbe mai detto!!
2018-12-14 13:31:28
Il ministro Grillini della pseudo salute, è indignata, indignata? Questi ormai ci sono non i fanno. Gli appalti, tutti, vanno sempre al massimo ribasso. Massimo ribasso può voler dire due cose,poiché devo fare per fitto Ome impresa, sfruttamento del personale con precarietà spinta, ma questo molte volte non basta. Allora derrate alimentari scadenti, preparazione fatta non da professionisti ma da cuochi occasionali pagati a giornata a contratti trimestrali. Anche mantenere una cucina in ordine igenicamente e consona alle normative ha un osto, i frigoriferi vanno sostituiti, le friggitrici vanno pulite e l'olio cambiato, tutto il locale va quotidianamente pulito. Ma se mi fai fare quattro ore di lavoro in tutto compreso il trasporto nelle mense scolastiche e l'appalto è al massimo per tre euro a pranzo.Che ca.... ti indigna ministro? Tanto per scatenare tuoi fan politici. I NAS ci vorrebbero ogni giorni come bisognarebbe che i genitori avessero accesso libero a tutte le derrate forniture e fatture comprese, non solo dieci minuti al giorno.
2018-12-14 12:39:32
le norme haccp e le varie cerificazioni, costose e complesse, servirebbero a RESPONSABILIZZARE tutto il personale, lungo la catena produttiva, non basta quindi eseguire gli ordini. i casi sono 2 - le norme sono sbagliate e o insufficienti - i responsabili vanno licenziati senza tanto clamore mediatico