A 12 anni si presenta a scuola con ​un tirapugni nascosto nello zaino

PER APPROFONDIRE: scuola, studente, tirapugni
A 12 anni si presenta a scuola con  un tirapugni nascosto nello zaino
Porta a scuola un tirapugni, nascosto nello zaino tra libri, astuccio e diario. Ma un professore se ne accorge e chiama i Carabinieri. È successo ieri mattina in una scuola media dell'hinterland udinese.

Protagonista della vicenda un ragazzino di 12 anni che, pur non imputabile, è stato segnalato alla Procura per i minorenni di Trieste per porto abusivo di oggetti atti a offendere. Il tirapugni, che sbucava dallo zaino appoggiato a terra in classe, è stato notato da uno dei professori durante l'intervallo. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della stazione di Feletto Umberto della Compagnia di Udine. Non è chiaro il motivo per cui il giovane avesse portato l'oggetto in classe. Non risultano né episodi di bullismo né problemi familiari.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 31 Gennaio 2019, 11:20






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
A 12 anni si presenta a scuola con ​un tirapugni nascosto nello zaino
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2019-01-31 15:43:32
c'era un "telefilm poliziottesco" dove uno girava col "rotolo di monete"
2019-01-31 14:16:47
sara'un "Gadget" dentro "i sacchetti delle patatine"? magari per i fan dei film "The Expendables" mi pare lo chiamano "Il Classico"
2019-01-31 13:28:53
Se non c'erano altri segnali allarmanti, come viene riportato, si poteva gestire la cosa in modo un po' meno eclatante. In fondo si tratta di un oggetto col quale non ci si fa male per sbaglio, come una lama o un'arma da fuoco
2019-01-31 12:41:01
Ciò che ne è derivato è una corretta e sola segnalazione a verifica. Speriamo che, deposto il tirapugni, non si attivi con una catena al posto della cintura ed un lucchetto al posto della fibbia sostenendo che servono (anche) per i pantaloni e all’occorrenza per bloccare la bici sul piazzale della scuola. Probabilmente il tirapugni serviva per fermacarte o per il banco che traballava non ravvisando né episodi pregressi di bullismo, né problemi di famiglia. Il professore ha fatto bene ad intervenire subito, ma non era meglio avvisare e far intervenire la dirigenza scolastica e delegare la cosa a questa che ne è preposta, anziché chiamare autonomamente subito le FFO?
2019-01-31 12:17:06
ed io pesno..con tutti questi "bulli" che ci sono in giro...vuoi vedere che è stata proprio sua mamma a dargli il tirapugni e a dire al bravo ragazzo..."se qualcuno ti minaccia usalo per difenderti!"...poi si sà...dal tirapugni al coltello alla pistola, sempre per difesa personale eh, il passo e breve...che male che siamo messi!