«Oggi spose», per Linda e Irene il primo matrimonio gay e "fuga" in Trabant

PER APPROFONDIRE: irene, linda, nozze gay, padova
«Oggi spose», per Linda e Irene il primo matrimonio gay e "fuga" in Trabant

di A. R.

PADOVA - Fiori d’arancio tutti al femminile, ieri in Comune: Irene e Linda le prime due donne ad avere formalizzato il loro amore nella sede municipale. Non è passato inosservato uno dei testimoni che alla cerimonia si è presentato in kilt scozzese.

 
 

Testimone che è anche il proprietario della Trabant (auto simbolo della ex Repubblica democratica tedesca) con cui le spose si sono poi allontanate: a sposarsi Irene Vitulo (37 anni) e Linda Cassolato (42). La prima fa la tecnica di laboratorio in Azienda ospedaliera, la seconda ha una gioielleria nella Marca, a Castelfranco Veneto. 

I particolari sul Gazzettino del 5 novembre
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 4 Novembre 2017, 19:47






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Oggi spose», per Linda e Irene il primo matrimonio gay e "fuga" in Trabant
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 54 commenti presenti
2017-11-05 14:31:22
Qui non si tratta di omofobia. A me che due maschi o due donne si amino e si mettono insieme, non mi fa nè caldo nè freddo, sono affari loro. Non accetto invece il discorso del "matrimonio " equiparato a tutti gli effettti a quello fra uomo e donna.
2017-11-05 02:48:50
Provino a recarsi con la Trabant nei Paesi (un tempo)delle Trabant....e dicano che si sono "sposate"....ne vedremmo delle belle....
2017-11-04 23:52:01
.........potevano solo scappare con una trabant......!
2017-11-06 13:21:02
Sinceramente a me fanno molto più schifo i 3/4 dei matrimoni contratti secondo riti religiosi insulsi e firme a garanzia che pagherete la donna per tutta la sua vita. Anche se vi tradisce e anche se vi doveste crescere il figlio di qualche altro uomo. Lo schifo lo genera l'ipocrisia di molte, troppe unioni fondate sul tornaconto personale. Ma tante mogliettine sono in vendita e tanti maritini vogliono pagare i servizi che intendono avere. Queste due persone non hanno fatto NULLA di male, non sono sporche e non fanno schifo. Se tra loro l'intento è onesto le trovo molto migliori di tutta quell'orda assassina di sposati in chiesa o in comune dove si giurano amore, schei, tradimenti, malattie trasmesse sessualmente, bugie, e conti in tasca a chi ti mantiene, divorzisti , figli sottratti con i quali ricattarvi e assegni di mantenimento a donne che nel letto hanno già l'altro. Ma per questi, tutti, è meglio tapparsi il nasino fingendo che a mollarla sia stato un altro piuttosto che affogare nella puzza della propria...cioccolata.
2017-11-05 10:57:53
La distruzione della morale dell'etica della famiglia in un mondo alla deriva. Auguri agli sposi e figli maschi...speriamo.