Spazio ai writer: il progetto non si ferma

Domenica 18 Gennaio 2015

ODERZO - (an.fr.) È stato tolto dal degrado e reso più forte contro il rischio. È il sottopasso Brandolini che i writer di Kantiere Misto hanno trasformato in una galleria artistica a cielo aperto. Togliendolo dal degrado delle pareti imbrattate da scritte insulse, e creando, attraverso l'arte, una sorta di deterrente contro la criminalità spicciola. Prosegue quindi il progetto Urbanite: dopo che per numerosi pomeriggi, quest'estate, i writer hanno dipinto l'intera faccia del palasport, ora anche la Galleria Brandolini ha cambiato faccia. «Sono stato all'inaugurazione della loro mostra - dice il sindaco Pietro Dalla Libera - e posso dire che hanno fatto un lavoro eccellente. Perchè quei disegni non sono fatti tanto per fare. Il bello è sempre soggettivo, ma alcuni mi hanno davvero colpito». E allora quindi perchè non affidare ai writer di Kantiere Misto altre zone della città? Ad esempio il sottopasso dello stadio, quello che dal quartiere Ippodromo Vecchio conduce a via San Tiziano di Colfrancui? Una zona che a più riprese alcuni residenti hanno segnalato, invocando maggiori cure. «Da parte nostra - rilancia Dalla Libera - non ci sono problemi. Certo bisogna accordarci, ma ben venga chi si presta per migliorare la nostra città. C'è il sottopasso di Colfrancui, ma non c'è solo quel luogo. Perciò penso proprio che se ne potrebbe parlare». Intanto oggi, dalle 15, i writer saranno al Brandolini per proseguire la loro opera.