Arrestati tre uomini e una donna: rubavano vestiti destinati ai poveri

PER APPROFONDIRE: abiti, arresto, furto, poveri, sandrigo, vicenza
Arrestati tre uomini e una donna:  rubavano vestiti destinati ai poveri

di Vittorino Bernardi

SANDRIGO - Tre uomini e una donna, in età tra i 22 e i 38 anni, appartenenti alle famiglie nomadi Meyer e Udorovich di Sandrigo ieri mattina, 21 settembre, sono stati tratti in arresto dai carabinieri della locale stazione in flagranza per il reato di furto di svariati capi di abbigliamento destinati ai poveri del territorio. Alle 10 di ieri i carabinieri di una pattuglia in servizio di perlustrazione si sono insospettiti di quattro persone che stavano caricando su un  furgone svariati sacchi contenenti indumenti, posizionati all’esterno delle abitazioni e pronti per essere ritirati dal personale dell’associazione Avida Onlus. Fermati e identificati, i quattro sono risultati estranei all’associazione incaricata del ritiro del materiale e così sono stati tratti in arresto per il reato di furto aggravato. Questa mattina a Vicenza si è tenuto il rito direttissimo al termine del quale i quattro denunciati sono stati rimessi in libertà perchè giudicati non pericolosi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 22 Settembre 2018, 16:16






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Arrestati tre uomini e una donna: rubavano vestiti destinati ai poveri
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2018-09-26 12:30:08
Notizia devastante. Rubare i vestiti destinati alle risorse che ci pagheranno le pensioni a tutti quanti...
2018-09-23 11:18:10
"Riprovate, sarete più fortunati", il giudice deve aver detto questa frase quando ha ordinato il rilascio
2018-09-22 22:53:53
Letto in un altro quotidiano... Della Onlus A.V.I.D.A., con una rapida ricerca sul web e sul registro on line delle onlus, non si riesce proprio a trovare traccia: nè un sito, nè una pagina sui social network (strumenti quanto mai importanti di promozione di un’attività benefica), nè tale onlus risulta presente in nessuno dei registri regionali delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale. Altro materiale di indagine per i militari dell’Arma? Non sarebbe una novità, vista la quantità di truffe che, negli anni, in tutta Italia ci sono state proprio nell’ambito della raccolta di indumenti usati. I nomadi saranno anche dei ladri...ma dietro alla ONLUS ci sono dei truffatori...fin che rubano dei vecchi vestiti che la gente butta via...e' come quel signore che e' andato a rubare in un ecocentro...ammanettati con le braccia dietro la schiena...ma daaaaaiiiii...
2018-09-23 11:22:08
Certamente ci sono molte ONLUS che trafficano in modo disonesto, ma dall'articolo si legge chiaramente che i carabinieri hanno verificato questa associazione....
2018-09-22 21:31:53
La grande barzelletta italiana , ladri non pericolosi .... quasi quasi lo faccio anche io , mi metto al collo un cartello ladro non pericoloso e vado al lavoro.