Da San Martino a Natale, dedicato a Vivaldi

Mercoledì 7 Novembre 2018

IL FESTIVAL
VENEZIA Far appassionare alla musica rendendo accessibili, gratuitamente e a un pubblico numeroso ed eterogeneo, concerti, itinerari didattici, performance musicali e workshop con la partecipazione di interpreti e maestri di fama internazionale, riuniti dall'amore per Venezia e per la sua gloriosa storia musicale. È questo l'intento del Festival internazionale di musica San Martino a Natale, che si svolgerà dall'8 al 17 novembre e dal 21 al 22 dicembre nei luoghi più suggestivi e storici della città, dall'Arsenale, alla chiesa della Pietà, dalla Fondazione Cini alle chiese di Santa Sofia e di San Felice. Fondatrice e direttrice artistica del festival, che è giunto alla V edizione, è Kremena Nikolova, violinista di straordinario talento, nata in Bulgaria ma residente in Italia dal 2012, che ha dedicato quest'anno il programma al 340esimo anniversario della nascita di Antonio Vivaldi. Nikolova e l'assessore al turismo, Paola Mar, hanno presentato la manifestazione, alla presenza, tra gli altri, di uno dei protagonisti della manifestazione, Anton Martynov, violinista concertista, direttore d'orchestra e docente al conservatorio nazionale di Parigi e al conservatorio reale di Mons (Belgio). «Si tratta di un festival di assoluto pregio ha detto l'assessore Mar che, grazie anche all'impegno degli organizzatori e dei sostenitori, cresce di anno in anno. La musica è un linguaggio universale che ci accomuna tutti perché comprensibile da tutti».
Il festival è promosso dall'associazione Antico Nuovo Barocco, realtà musicale nata dall'unione di musicisti e di appassionati di musica e offre appuntamenti musicali di qualità che tengono conto della struttura, della storia e delle qualità acustiche del luogo dove vengono eseguiti. Il concerto di apertura Vivaldi con brio, su invito (prenotazione entro oggi), è giovedì 8 alle 18.30 nella sala degli Squadratori all'Arsenale, grazie alla collaborazione con la Marina Militare. Gli appuntamenti sono tutti gratuiti con prenotazione consigliata o obbligatoria, consultando il sito www.anticonuovo.com oppure inviando una email a anticonuovobarocco@gmail.com o telefonando al numero 3294664931.
Daniela Ghio
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA