Tour tra le colline: minibus gratuiti

Martedì 11 Agosto 2020
Tour tra le colline: minibus gratuiti

VALDOBBIADENE
Tre van da 9 posti per 3 anelli che attraversano il territorio di Valdobbiadene con circolazione ogni 15 minuti dalle 11 del mattino alle 22. Dal 27 al 30 agosto parte il numero zero del progetto Andar per Valdobbiadene servizio di navetta gratuita destinato a turisti e residenti che vogliono conoscere le bellezze nascoste del territorio e raggiungere le cantine nelle zone più impervie o nelle borgate storiche. Diventa realtà il primo servizio turistico in zona Unesco progettato da Comune di Valdobbiadene e Consorzio delle Pro loco.
LA MAPPA
La navetta partirà da tre diverse stazioni vicine a parcheggi. Il più grande è quello del cimitero (capienza circa 175 posti) ma saranno fruibili anche numerosi parcheggi liberi da circa 30 posti. Il tour, gratuito in fase sperimentale, sarà interamente sostenuto dalle quote di cantine, agriturismi, b&b e ristoranti, che per promuovere l'idea hanno versato un gettone di circa 100 euro a testa per l'intero week-end. «Tre pulmini e tre circuiti interconnessi, per scoprire i borghi e gli scorci della nostra meravigliosa cittadina- chiarisce il sindaco Luciano Fregonese- Si tratta di una sperimentazione e si realizzerà dal 27 al 30 agosto. Il servizio parte da Valdobbiadene con l'obiettivo di estendersi a tutta la core zone Unesco». I van viaggeranno a capienza completa dotando i visitatori di mascherine e gel detergenti. «La nuova normativa consente il tutto esaurito per percorsi entro i 15 minuti» puntualizza Fregonese.
L'ANELLO
Tre linee e altrettanti tragitti:l'anello ovest (linea blu) si muoverà del centro di Valdobbiadene alla frazione di San Vito, l'anello est (rossa) porterà i visitatori a Guia e Santo Stefano mentre l'anello su (gialla) ha come destinazione Saccol e Bigolino. «Nelle zone più calde, come il tratto che da San Pietro di Barbozza porta a Santo Stefano avremo due linee per cercare di porre rimedio alle soste selvagge e ai pericoli che ne derivano» anticipa il sindaco. Anche domenica sono almeno 30 le multe staccate per parcheggi in zona vietata e in territori privati soprattutto nei dintorni dell'Osteria senz'oste. Mesi di concertazione con le realtà economiche, qualche servizio di cortesia già attivo ( è il caso della Terrazza Garbara) e ora la prova generale di un servizio che dovrebbe liberare le colline dal traffico eccessivo ( e spesso cafone) dei fine settimana e garantire la maggiore sicurezza ai visitatori che scelgono Valdobbiadene per percorsi enogastronomici e degustazioni. Un risultato ottenuto grazie alla collaborazione di Valdobbiadene con il Consorzio delle Pro Loco del valdobbiadenese e aziende del territorio interessate dall'iniziativa. «Nel 2019 i dati del turismo italiano indicano a Valdobbiadene 10443 soggiorni e 16796 presenze. Gli stranieri che hanno visitato le colline sono invece 12473 (soggiorni) 27130 (presenze giornaliere)- approfondisce il vicesindaco Tommaso Razzolini- questo week-end di fine agosto sarà un utile test per iniziare ad elevare la qualità del servizio proposto». In questi giorni sono state licenziate anche tre nuove guide al territorio nate da Regione, Iat e Consorzio delle Pro loco: si tratta di una guida del centro di Valdobbiadene che si muove tra storia architettura e gioielli artistici, di una guida della core zone (Conegliano Valdobbiadene emozioni superiori) e infine di una guida di escursioni dedicata all'anello del Prosecco superiore. «Obiettivamente la prospettiva del milione di turisti nata con la vittoria Unesco è forse per noi un po' sovradimensionata- riflette Isidoro Rebuli, presidente del Consorzio- la sfida oggi è quella di offrire servizi in grado di richiamare un visitatore attento, accorto e con alta capacità di spesa». Per promuovere il concetto di colline slow infine il Comune ha inaugurato tre colonnine di ricariche per e-bike e auto elettriche a Bigolino, San Pietro di Barbozza e Pianezze.
Elena Filini
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA