AZZANO
Ancora una volta è stata determinante l'insistenza di Giovanni Pivetta,

Domenica 17 Ottobre 2021

AZZANO
Ancora una volta è stata determinante l'insistenza di Giovanni Pivetta, estimatore di lunga data del gruppo musicale Le Mondine, che è riuscito a convincere il trio ad esibirsi nuovamente a Tiezzo il 24 ottobre, durante l'iniziativa 3475 sotto un tetto. Questa volta l'obiettivo che il parroco don Matteo Lazzarin ha proposto è quello di raccogliere fondi per sostenere l'adeguamento dell'impianto elettrico e di illuminazione della chiesa parrocchiale.
LE MONDINE
«Nel 2019 il gruppo Le Mondine aveva accettato il primo invito in oratorio - spiegano dalla Parrocchia -. All'epoca si doveva far fronte ai lavori del rifacimento della copertura della chiesa parrocchiale e i volontari dell'oratorio, capitanati dal maresciallo Macrì, si erano messi all'opera per accogliere i partecipanti al pranzo comunitario a sostegno dell'iniziativa. E, addirittura, lo staff tecnico aveva messo a disposizione una limousine che andasse a recuperare direttamente in Piemonte le famose cantanti, grazie alla preziosa collaborazione di Kevin Sartor e di Enrico Tolusso».
MESSA E PRANZO
L'edizione 2021 dovrà tener conto delle importanti regole da rispettare atte a contenere la diffusione del Covid, ma al tempo stesso offrire un momento di aggregazione per la comunità parrocchiale e no, per ricominciare a stare insieme. Dopo la celebrazione della messa, alle 10.30, gli invitati prenderanno posto nell'area festeggiamenti e opportunamente distanziati, secondo le indicazioni del volontario Renzo Fregonese, mangeranno il succulento pranzo preparato dagli allievi del maresciallo Macrì, che prepareranno la storica amatriciana, appunto Alla Macrì e il frico di Chei dal frico. Il dolce, come da consuetudine sarà prodotto artigianalmente dal pasticcere Mauro de La Fenice, che non ha lasciato trapelare nulla sulla sua nuova specialità.
IL PROGRAMMA
Il programma prevede poi il concerto del gruppo Le Mondine e c'è già chi si è prenotato per la foto ricordo, come il signor Rocky che sta provando i passi per poter stupire tutti con il suo ballo. Come è già stato annunciato, il compianto benefattore Giacomo Pezzutti ha donato alla parrocchiale un lampadario di Murano che sarà presto collocato nel tempio. Manca quasi un mese alla festa della Madonna della Salute e quest'anno i tiezzesi si augurano di poterne prendere parte in presenza e di andare in processione. Sabato sera il parroco ha annunciato che per l'attuale edizione ci sarà una sorpresa. L'unico indizio arriva dalla concomitanza dell'annuncio fatto dal sacerdote sull'anniversario dell'elezione di San Giovanni Paolo II a Romano Pontefice (era il 1978 e si erano da poco celebrati i funerali di Albino Luciani). Nel corso dell'omelia don Matteo ha ringraziato ancora Flavio e Francesca Galasso e Luciana Gaspardo, per il dono della vetrata di Albino Luciani, che dallo scorso 13 ottobre (data in cui è stato approvato il miracolo per la beatificazione) brilla in attesa di un'aureola. Forse Don Matteo alludeva alla statua raffigurante il papa polacco che dal 1. maggio 2018 si trova in piazza a Tiezzo. L'opera dello scultore Fiorenzo Bacci, sembra aver trovato, forse, la sua collocazione definitiva.
Per l'adesione all'iniziativa è sufficiente versare la quota di 17,99 euro e ritirare l'apposito buono alla cartoleria Mille Cose, al Bar Dorian Gray, alla Nuova Panetteria, Nancy, alla Pasticceria Fenice e al Panificio Macoritto.
Mirella Piccin
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA