Dipendenti, c'è l'accordo tra Comune e sindacati

Giovedì 12 Dicembre 2019
PALAZZO MORONI
PADOVA Si è conclusa ieri, con la firma di un importante accordo, la contrattazione che ha impegnato negli ultimi mesi le organizzazioni sindacali e il Comune di Padova.
Una lunga trattativa che vedeva in discussione alcuni temi cardine della riorganizzazione dei dipendenti comunali, per rendere migliore il funzionamento della struttura comunale. Tra questi il completamento del lavoro che ha impegnato il settore risorse umane negli ultimi due anni, definendo nuove posizioni di responsabilità e la possibilità di acquisizione di una progressione economica nei prossimi tre anni per la maggior parte dei dipendenti.
Un passaggio, quest'ultimo, che secondo l'accordo raggiunto avverrà nell'ambito della categoria di appartenenza per valorizzare la professionalità acquisita. Altri temi importanti discussi ed approvati di comune accordo, sono il finanziamento di specifici progetti secondo quanto stabilito dal contratto nazionale e una incentivazione dei piani di razionalizzazione. Si tratta di piani che vanno ad individuare le azioni che rendono possibile un risparmio duraturo di risorse per l'amministrazione e per la cui realizzazione è fondamentale il contributo attivo dei dipendenti i quali, a fronte del risultato ottenuto, godono di un incentivo.
Dichiara l'assessore alle Risorse Umane, Francesca Benciolini: «In questi due anni e mezzo siamo stati in costante e costruttivo dialogo con le organizzazioni sindacali. Abbiamo raccolto le esigenze manifestate e discusso con loro una riorganizzazione che ha come obiettivo una struttura comunale capace di essere efficiente e rinnovata per un miglior servizio alla città. Il lavoro che abbiamo è un risultato di cui vado particolarmente orgogliosa, una delle cose più importanti di questo mandato».
© RIPRODUZIONE RISERVATA