CAMPOSAMPIERO
Dammi un euro e lauto sarà al sicuro, non farmelo dire due

Lunedì 8 Novembre 2021
CAMPOSAMPIERO Dammi un euro e lauto sarà al sicuro, non farmelo dire due

CAMPOSAMPIERO
Dammi un euro e lauto sarà al sicuro, non farmelo dire due volte. Sembra un modo simpatico di chiedere l'elemosina al parcheggio al benefattore di turno, ma dietro queste frasi sempre più spesso ci sarebbe un intento di intimidire gli automobilisti, obbligandoli a lasciare la moneta per non incorrere in possibili atti vandalici. Il tema è tornato d'attualità nel fine settimana. Minacciava gli automobilisti di rigargli l'auto se non gli avessero dato la mancia al parcheggio dell'ospedale di via Cosma a Camposampiero. Alla centrale operativa della Polizia locale sono pervenute l'altro giorno decine di telefonate di utenti della strada irritati da questo tipo di comportamento.
L'INTERVENTO
Sul posto si è portata una pattuglia della Federazione guidata dal vicecomandante Filippo Colombara. E' stato fermato un nigeriano già noto alle forze dell'ordine per reati analoghi. Al momento del controllo non ha opposto alcuna resistenza. L'uomo è stato portato al Comando ed identificato. Sarebbe uno dei parcheggiatori seriali che lavorano all'ospedale di Camposampiero. Gli sono stati contestati la violazione del regolamento di polizia urbana e il daspo urbano. In questo modo il cittadino nigeriano che bivacca non distante dall'ospedale dovrà rimanere lontano dal luogo dell'accertamento per almeno quarantotto ore. Nel caso venisse trovato fuori dal Cosma in questa forbice di tempo, rischierebbe un aggravamento della pena. Terminata l'attività l'indagato è stato accompagnato in Questura a Padova dove è stato fotosegnalato.
IL FENOMENO
Quello dei parcheggiatori abusivi è un fenomeno ormai noto a Camposampiero, con la Polizia locale impegnata giornalmente a disarticolare le organizzazioni criminali che lucrano attorno a questa illecita attività. Si parla di incassi di centinaia di euro alla settimana che finiscono nelle mani dei capi, mentre i galoppini che fisicamente svolgono l'attività vengono liquidati con pochi spiccioli. Nessuno si può improvvisare parcheggiatore abusivo se non ha il benestare di chi controlla questo mercato. A rendere difficile il lavoro degli agenti è il fatto che la manovalanza nigeriana dedita a questo tipo di attività è molto numerosa e il turnover è praticamente settimanale per non dire quotidiano. Agli automobilisti l'appello è quello di contattare in tempi rapidi i numeri d'emergenza.
C. Arc.
© riproduzione riservata

© RIPRODUZIONE RISERVATA