Alta velocità, Vicenza prepara gli espropri. Filobus a Verona, presto il sì del comitato interministeriale

Giovedì 26 Gennaio 2023 di Redazione Web
Treno ad alta velocità, procede la tratta Verona Vicenza Padova

VICENZA/VERONA - Alta Velocità a Vicenza e filobus a Verona. Due progetti trasportistici nelle zone più produttive del Veneto. Mentre Vicenza si prepara agli espropri, il Governatore del Veneto Luca Zaia ha incontrato a Roma il senatore Alessandro Morelli, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alla programmazione e il coordinamento economico, «I progetti del filobus di Verona e dell’alta velocità ferroviaria a Vicenza faranno presto passi avanti.

Con il sen. Morelli abbiamo fatto il punto sul progetto dell’alta velocità ferroviaria a Vicenza, che prosegue, ed anche sulla tematica del filobus a Verona» ha spiegato Zaia. 

Progetto filobus, approvazione il 15 febbraio

«Il sottosegretario durante l’incontro ha comunicato che il progetto del filobus veronese sarà sottoposto ad approvazione durante la prossima seduta del Cipess, Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile, attorno alla metà di febbraio - ha aggiunto Zaia -. La documentazione è già stata prodotta dal dipartimento di Programmazione economica della Presidenza del Consiglio, il Dipe. Il prossimo step è appunto il passaggio del progetto al Comitato Interministeriale e poi anche quest’opera potrà iniziare il suo percorso nella fase operativa per essere finalizzata»

Espropri Tav, assistenza gratuita

Se a Verona il filobus prende forma, a Vicenza l'Alta Velocità preme. Il Comune e gli ordini professionali hanno siglato un protocollo per l’assistenza gratuita agli espropriati. Da metà febbraio funzionerà uno sportello in piazza dei Signori 13. Il “Progetto di assistenza espropriati” è stato sottoscritto a palazzo Trissino dal sindaco Francesco Rucco e dai rappresentanti degli ordini professionali di architetti, avvocati, commercialisti ed esperti contabili, geometri, ingegneri, notai e periti industriali di Vicenza. «Daremo supporto ai cittadini ed alle attività che saranno oggetto della procedura espropriativa da parte di Rfi, con l'obiettivo di contenere, per quanto possibile, il disagio e le difficoltà che dovranno affrontare - dichiara il sindaco Rucco -. Oltre a fare da regia, il Comune mette a disposizione gratuitamente un ufficio dove i professionisti forniranno la prima assistenza gratuita agli interessati».

Sportello consulenza a Palazzo Uffici

Lo Sportello assistenza espropriati Tav aprirà dal 16 febbraio a Palazzo Uffici, con ingresso indipendente in piazza dei Signori 13. Vi potranno accedere su appuntamento i proprietari, titolari di diritti di usufrutto, uso o abitazione, e i conduttori con contratti regolari di locazione abitativa o commerciale di locali oggetto di esproprio da parte del Consorzio Iricav Due nell'ambito dell'intervento Linea ferroviaria alta velocità/alta capacità (Av/Ac) Verona-Padova, 2° lotto funzionale - attraversamento di Vicenza. A loro disposizione, a seconda della tipologia di problema esposto, ci saranno professionisti in grado di fornire anche assistenza fiscale, legale e tecnica.

Elenchi di professionisti disponibili

Il progetto prevede inoltre la costituzione, secondo il principio di trasparenza e pubblicità, di uno o più elenchi di professionisti, iscritti agli albi tenuti dai consigli degli ordini professionali ai quali i cittadini potranno rivolgersi per consulenza, assistenza e patrocinio, beneficiando dell'applicazione di corrispettivi professionali non superiori ai valori minimi previsti dalle tariffe vigenti per ciascuna categoria professionale. Per ragioni di opportunità i professionisti che aderiscono al “Progetto di assistenza espropriati” non assumeranno incarichi dai soggetti a cui avranno prestato direttamente la prima assistenza gratuita.Lo Sportello assistenza espropriati Tav sarà attivo a Palazzo Uffici, con ingresso in piazza dei Signori 13, martedì e giovedì dalle 13.30 alle 17.30 da giovedì 16 febbraio.

Appuntamenti al telefono o via email 

I cittadini che hanno già ricevuto un documento che attesti la qualifica di soggetto espropriato oppure coloro il cui nominativo risulta dall'elenco in possesso della pubblica amministrazione vi potranno accedere prenotando un appuntamento al numero 0444 221160 (da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12.30) oppure alla email sportellotavespropri@comune.vicenza.it. È consentita la delega. Per quanto riguarda la prima assistenza dei notai, il consiglio notarile metterà a disposizione i propri associati ogni giovedì dalle 10 alle 12,30 nella propria sede di contra’ Pedemuro San Biagio, previo appuntamento da prendere allo 0444-525971.
Il protocollo sottoscritto da Comune e ordini professionali ha una durata di 24 mesi con possibilità di rinnovo in caso di ulteriore necessità.

Ultimo aggiornamento: 16:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci