Rifiuti speciali sotterrati nei campi dove si coltivava frutta e verdura

Giovedì 23 Gennaio 2020
Rifiuti speciali sotterrati nei campi dove si coltivava frutta e verdura
6
VERONA - Discarica abusiva di rifiuti speciali interrati nel Veronese, otto siti nei quali erano stati seppellite decine e decine di metri cubi di rifiuti a ZevioMinerbeBevilacqua e a Boschi Sant'Anna.

Teli in nylon usati per le coltivazioni, tubazioni in plastica per l'irrigazione, materiale ferroso, contenitori di fitofarmaci, fusti metallici rotti con residui di olii esausti, materiale edilizio e da demolizione, rottami metallici, pneumatici. Sono solo una parte dei rifiuti speciali trovati interrati in quattro Comuni della pianura veronese. Cinquemila metri quadrati di superficie interessati dall'interramento di rifiuti, a partire da una profondità minima di un metro fino a cinque-sei metri, raggiungendo anche la falda acquifera.

Gli scavi sono stati portati a termine della Polizia Provinciale con personale specializzato dei Vigili del fuoco con la collaborazione della Polizia locale di Zevio. L'indagine, avviata a ottobre 2018 dal sostituto procuratore Paolo Sachar, si è protratta fino allo scorso novembre per questa prima parte, ma ora gli accertamenti proseguiranno per chiarire le singole responsabilità e far scattare le denunce penali.

I terreni, utilizzati per coltivazioni di frutta, ortaggi o cereali, sono stati posti sotto sequestro e le amministrazioni comunali coinvolte hanno già avviato gli interventi di bonifica. L'ipotesi di reato è smaltimento illecito di rifiuti pericolosi, il periodo di interramento si è prolungato per ben 10 anni, ma parecchi rifiuti sono stati seppelliti di recente.
Ultimo aggiornamento: 21:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA