Migliaia di pazienti senza farmaci:
"migrano" all'estero e non si trovano

Migliaia di pazienti senza farmaci:  "migrano" all'estero e non si trovano
VERONA - Migliaia di pazienti solo in provincia di Verona non riescono a trovare i farmaci prescritti dal medico curante per curare gravi patologie. Lo denuncia Marco Bacchini, presidente della Federfarma scaligera: «E' una realtà inconcepibile - dice - I farmaci risultano irreperibili perché "migrano" all'estero per convenienza economica da parte delle aziende farmaceutiche».

Aggiunge Arianna Capri, vicepresidente di Federfarma Verona: «Nei giorni scorsi ho partecipato ad un vertice a Padova con le rappresentanze sindacali dei farmacisti, l'Azienda Zero della Regione Veneto, i Nas dei Carabinieri e i delegati della distribuzione intermedia. Nonostante tutti gli sforzi dei farmacisti negli ultimi 8 anni, comprese anche ripetute denunce pubbliche e segnalazioni alle autorità competenti, il grave problema della mancanza di farmaci persiste non solo a Verona e nel Veneto, ma in tutto il territorio nazionale».

Chi ne sta facendo le spese? «I pazienti che non possono assumere i farmaci, spesso salvavita, prescritti dal medico e i farmacisti che non solo vivono questo dramma insieme agli utenti, ma si imbarcano in complesse ricerche che spesso, purtroppo, risultano vane - spiega Arianna Capri - Nelle ultime due settimane abbiamo inviato circa 300 segnalazioni che arriveranno alla Regione Veneto, aumentando notevolmente la media di 1.000 casi annui registrata fino al 2016». 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 15 Febbraio 2018, 17:16






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Migliaia di pazienti senza farmaci:
"migrano" all'estero e non si trovano
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-02-18 10:31:42
queste sono le case farmaceutiche...solo "convenienza economica" e gli altri si arrangino...ma il ns ministro della sanita' in una situazione cosi'seria e importante cosa fa? se ne sta negli "allori" della sua poltrona? a questo punto le case farmaceutiche hanno piu' poteri decisionali e questo e' gravissimo..
2018-02-15 18:54:41
Tutti i giorni una conferma alla disastrata situazione della sanità veneta...hahahahahahahahaMa il pomata e salvini non ne decantavano tanto le loro lodi ? Hhahahahahahaahahahahahahaha...vergogna!!!!!..Ciao enrico..ciao.
2018-02-16 08:55:09
## Certo che tu la vergogna non sai neppure cosa sia.Nel reparto ospedaliero che purtroppo devo frequentare,meta' dei pazienti provengono dalle tue parti,ed un farmaco speciale che nel suddetto reparto costa 10,5 euro,all'estero -quando- lo trovi costa 18 volte tanto. Ciao Enrico,ciao.