Sabato 16 Giugno 2018, 09:52

A Venezia ogni giorno arrivano almeno 25mila turisti di troppo

PER APPROFONDIRE: assedio, turisti, venezia
​A Venezia ogni giorno arrivano  almeno 25mila turisti di troppo

di Giorgia Pradolin

VENEZIA - Venezia sta sostenendo ben oltre il suo limite di sopportazione e come ha detto ieri l'esperto Jan Van Der Borg «al limite della sua esistenza». Il tetto della sostenibilità turistica a Venezia è di 19 milioni di visitatori all'anno. Oggi però ne arrivano circa 28 milioni, quasi il 50% in più. A dirlo è una ricerca presentata dall'Università Ca' Foscari ieri mattina, in cui un gruppo di economisti del turismo coordinati dal professor Jan Van Der Borg ha analizzato i cambiamenti nel delicato ecosistema lagunare degli ultimi trent'anni. Il risultato è esplosivo e anima il dibattito sempre più acceso sulla gestione dei flussi turistici in laguna. Secondo lo studio, la capacità di carico turistico, cioè i visitatori che il centro storico è in grado di sostenere, sono 52mila al giorno. La realtà però è diversa: 77mila al giorno, quindi 25mila oltre la soglia di sostenibilità. E senza nemmeno contare i numeri sulle
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
A Venezia ogni giorno arrivano almeno 25mila turisti di troppo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 25 commenti presenti
2018-06-18 10:33:52
Supponendo che il tetto della sostenibilità turistica a Venezia sia veramente di 52000 turisti al giorno, questo viene abbondantemente superato in certe giornate perche' qui non si puo' ragionare su medie, il problema sono i picchi domenicali o festivi (pasquetta, redentore etc) Una volta stabilito il limite sostenibile il prossimo passo deve essere limitare il flusso turistico nella seguente maniera: 1) Una quota dei 52000 ospiti puo' alloggiare in albergo a Venezia 2) Un'altra parte nei B N B, ostelli etc. in centro storico 3) Se la capienza viene superata si possono utilizzare prima le strutture in terraferma poi fuori dal comune 4) Alcuni posti vanno ai turisti che arrivano in giornata tra crociere, treni, autobus e barconi turistici Tutto rigorosamente su prenotazione e a capienza raggiunta si chiudono i 'cancelli' della città. Poi entra o esce solo chi risiede a Venezia, chi ha parenti a Venezia, chi lavora a Venezia -STOP!
2018-06-17 10:33:35
Pensiamo cosa sarebbe oggi la situazione se il progetto , contemporaneo al Mose , della Linea metro translagunare accarezzato dalle passate giunte , fosse andato in porto trasferendo migliaia di turisti ogni ora . Per quanto riguarda affittacamere e B&B “abusivi” bastarebbe sguinzagliare segnalatori e verificatori, quando eravamo meno ricchi ricordo che quando affittavi “in nero” da famiglie che si ritiravano negli sgabuzzini per dormire per raggranellare qualche soldo , al secondo giorno di ospitalità arrivava un controllo e non bastava dire “siamo parenti in visita” pagavi per i giorni di permanenza. Se l’amministrazione volesse.... in vaporetto ed in pullman con i controlli serrati con squadre di 3 o 4 controllori mi sembra che i non paganti siano diminuiti. Basta volere. Ado
2018-06-17 14:45:35
se si confisca l'appartamento o la villetta non in regola e si butta all'asta, subito, la musica cambia, mentre per le case popolari in sub affitto turistico si deve revocare subito la casa con effetto immediato, ed in caso di minori residenti devono essere tolti dalla patria potestà e datti in affido, eccome che cambia la musica.
2018-06-17 09:54:01
Sempre a piangere il morto, ma con l'altra mano allungata a pretendere l'obolo, vergogna.......ciao enrico..ciao.
2018-06-16 20:02:18
sempre a lamentarvi con i problema turisti,se non ci fossero non sarebbe peggio visto che venezia vive di turismo,siete incoerenti