Martedì 18 Settembre 2018, 12:47

Minacce in stile mafioso dall'esattore della Venice Investment

Fabio Gaiatto

di Cristina Antonutti

Qual è il ruolo dei fantomatici casalesi nella colossale truffa milionaria della Venice Investment? Come mai all'inizio di quest'anno il portogruarese Fabio Gaiatto entra in contatto con un buttafuori poi finito in cella perchè sospettato di essere un esattore dei clan? Sono due interrogativi che in Procura sono rimasti in sospeso, ma che potrebbero aprire nuovi scenari investigativi. È stato lo stesso Gaiatto, nell'interrogatorio reso il 27 aprile scorso al procuratore Raffaele Tito e al sostituto Monica Carraturo, a introdurre la figura di Gennaro Celentano, un 34enne di Sant'Antimo arresto il 5 aprile scorso nell'ambito di una guerra tra clan camorristici. Estorsioni, raid punitivi e gambizzazioni in stile mafioso sono le condotte ricostruite in quell'ambito dalla Direzione antimafia di Napoli.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Minacce in stile mafioso dall'esattore della Venice Investment
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-09-18 17:12:53
Grazie Garibaldi, grazie Cavour, grazie Casa Savoia......