Ragazza investita da ciclista pirata: la quattordicenne ha riportato diverse fratture

Venerdì 10 Settembre 2021 di Lorenzo Mayer
Pista ciclabile di Pellestrina dove è successo l'investimento
1

PELLESTRINA - Stava rientrando a casa in bicicletta a Pellestrina, dopo essere stata a trovare il nonno, quando è stata travolta da un ciclista pirata che l'ha scaraventata a terra e non si è nemmeno fermato a prestarle i soccorsi. Nonostante la giovanissima avesse il volto tumefatto e la bocca insanguinata, una maschera di sangue. È accaduto mercoledì pomeriggio, verso le 17.20, in isola, lungo la pista ciclabile che percorre la pista ciclabile lungo la laguna. L'incidente si è verificato in pieno giorno in un momento in cui certo la visibilità non era difficoltosa. Potrebbe essere stato un turista in vacanza, ma non si può escludere alcuna ipotesi, visto che al momento il ciclista non è stato individuato. Si sa solo che si tratterebbe di un uomo con caschetto verde, vestito in nero con abbigliamento tecnico. Dunque un agonista. La ragazza, naturalmente intontita dal colpo subìto contro l'asfalto, ricorda solo che il ciclista procedeva a zig zag, ondeggiando tra destra e sinistra, come se fosse impegnato in allenamento e in una sfida a cronometro.

 
L'IMPATTO

Arrivato all'altezza della sede dell'azienda Laguna Calcestruzzi c'è stato l'impatto. La ragazza è stata soccorsa: sul posto sono arrivati i genitori e l'idroambulanza che l'ha caricata a bordo e trasportata per accertamenti all'ospedale civile di Venezia. Arrivata al pronto soccorso del Civile la paziente è stata sottoposta a radiografie che hanno evidenziato una piccola frattura all'avambraccio per la quale al momento non è stato necessario ingessare. Nell'impatto contro l'asfalto, poi, la ragazza ha perso due denti: uno saltato e recuperato sull'asfalto, l'altro tranciato a metà. Dopo la visita in ospedale, non essendo in servizio a tarda ora il dentista, la ragazza è stata accompagnata dall'idroambulanza fino nell'ambulatorio dentistico in isola, dove il dentista di fiducia ha provveduto a reimpiantare il dente con un ponte. Ieri mattina, dopo aver trascorso la notte a casa, la bambina è tornata in ospedale per altri controlli che hanno confermato la diagnosi. Quanto accaduto però ha destato indignazione a Pellestrina. I genitori, essendo la ragazza ancora minorenne, hanno sporto denuncia contro ignoti ai carabinieri di Pellestrina che dipendono dalla Compagnia di Chioggia. «Non si può andare avanti così - ha detto il padre - C'è una situazione ciclabile troppo congestionata, che spesso sfugge ai controlli e alle logiche della corretta educazione stradale Ci vorrebbero più controlli e una presenza della sezione della polizia locale in isola. Fa male soprattutto il pensiero che mi figlia sia stata lasciata sanguinante in strada da un ciclista spericolato che quantomeno avrebbe dovuto fermarsi».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA