Trans in cattedra, la vice preside
fa rivestire Cloe: «Sia più sobria»

Lunedì 14 Dicembre 2015 di Fabrizio Cibin
Cloe e l'assessore regionale Elena Donazzan
9

SAN DONA' - Un'ora di faccia a faccia tra la vice preside e Cloe. E tra gli argomenti spunta fuori l'abbigliamento più consono da usare a scuola. Lo aveva detto fin da subito, la professoressa Francesca Musitano, la vice preside dell'istituto "Scarpa Mattei", che non «Non era stato usato un abbigliamento consono», da parte di Luca Bianco, insegnante assistente di Fisica, nel suo primo giorno da "Cloe", ovvero nel suo debutto pubblico secondo quella che ritiene sia il suo orientamento sessuale.

Più sobrietà, il concetto è stato ribadito anche nell'incontro che la vice preside ha voluto con Bianco. «Sono stata un'ora con l'insegnante. Abbiamo parlato anche del tipo di abbigliamento da usare. Inizialmente non ha recepito, anzi mi ha contestato questa cosa, sostenendo che non dovrebbero esserci limitazioni nel modo di vestire. Ho ricordato il codice che abbiamo e che riguarda tutti. Direi che a scuola si è poi sempre presentata in maniera sobria». Intanto ieri allo Scarpa prima, al Mattei di Fossalta di Piave poi, si è recato l'ispettore regionale alla pubblica istruzione, Gianni Colombo, come invocato dall'assessore regionale Elena Donazzan. «Sarà l'ufficio scolastico periferico del ministero dell'Istruzione a informare l'assessorato regionale alla scuola sull'esito dell'inchiesta relativa al professore presentatosi in classe vestito da donna»...




Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 09:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci