Venezia allagata. L'ex governatore Galan: «Il Mose in ritardo? Chiedete a Roma»

Venezia allagata. L'ex governatore Galan: «Il Mose in ritardo? Chiedete a Roma»
«Il Mose funzionerà, doveva essere pronto nel 2012, andate a verificare. È in ritardo? Chiedete a Roma». Queste alcune delle frasi dell'ex Governatore del Veneto Giancarlo Galan che spiega citando ex ed attuali vertici regionali «né io né Cremonese, né Pupillo, né Bottin né Zaia abbiamo nessuna competenza sul Mose: è stato istituito prima dell'istituzione della Regione. La responsabilità è tutta esclusivamente a Roma».

Ed aggiunge in diretta a Radio Cafè: «Se vai a controllare - dice rivolgendosi agli speaker - io Cacciari e i sindaci del territorio facevamo dialettica, Massimo Cacciari era contrario, ma la responsabilità è di altri». «Il Mose funzionerà, io sono sempre stato affascinato da questa macchina, dopo il canale di Panama la più grande macchina idraulica della storia dell'umanità. Io continuo a crederci. Il Mose doveva entrare in funzione nel 2012, mi pare di ricordare ma non credo di sbagliarmi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 14 Novembre 2019, 09:47






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Venezia allagata. L'ex governatore Galan: «Il Mose in ritardo? Chiedete a Roma»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 24 commenti presenti
2019-11-16 06:51:22
Qui ha ragione Galan quando dichiara di essere stato vittima di una macchinazione giudiziaria; eh si, perche' le tangenti da cui e' stato inondato assieme agli amici ed agli amici degli amici gli sono state imposte da Roma tanto da non saperne la provenienza. Quindi a furor di popolo dovrebbe essere riabilitato con tanto di restituzione di villa Rodella oramai in stato fatiscente
2019-11-15 07:19:47
Chiedere a Roma?Ho l'impressione che se in questi giorni vai in giro a piedi per qualche via del centro di qualunque citta' la gente te lo chiedera' a te!!!!!te sa che chi ca sta' sconto el ga' el muso .....!!!! Sta'sconto che le meio!!!!
2019-11-15 07:02:38
Il problema vero dell'Italia e' che NESSUNO e' mai responsabile di NIENTE. Tra lacci e lacciuoli, pareri e nullaosta, controlli e commissioni per fare QUALUNQUE cosa ci mettono bocca e mano (in genere per bloccare/ostacolare) decine di persone diverse. Per fare qualunque cosa servono ANNI e alla fine quando forse si e' fatto qualcosa e qualcosa va storto NESSUNO e' responsabile ("giustamente" se il mio progetto e' stato stravolto da mille varianti che colpa ne ho di ritardi e malfunzionamenti ?). Forse. Dovrebbe sempre valere il concetto che chi "comanda" risponde di tutto. Forse
2019-11-14 18:54:46
Ciao galan! a costruirlo - il mose - c'erano anche gli operai (rigorosamente in sub appalto) che si lamentavano che le macchine per gli scavi non funzionavano....macchinari regolarmente forniti da una nota azienda del nord est....n'altra sola padano-veneta-autonoma-leghista!!!
2019-11-14 18:52:51
commenti inutili di gente disinformata