Parlamentari in visita a Conetta: «Qui l'accoglienza è impossibile»

Parlamentari in visita a Conetta  «Qui l'accoglienza è impossibile»

di Paolo Navarro Dina

CONA - E' stata una vera e propria requisitoria che, a tratti, si è trasformata in un atto d'accusa. La commissione parlamentare d'inchiesta sui fatti di Cona non si è tirata indietro. Dopo una visita ispettiva alla struttura a due passi da comune di Cona, nella parte meridionale della provincia di Venezia dove nei giorni scorsi è morta una cittadina ivoriana di 25 anni e dove sono successivamente scoppiati dei disordini, i parlamentari non si sono risparmiati critiche. «In questo campo - ha tuonato il capodelegazione, Federico Gelli (Pd) non vi sono le condizioni minime per garantire l'accoglienza. Non vi sono strutture adeguate: le tensostrutture realizzate in loco non sono neppure sufficienti affinché gli ospiti possano difendersi dal freddo. Ci sono problemi di allacciamento alla rete idrica; agli scarichi fognari e vi è l'impossibilità di avere un riscaldamento degno di questo nome». La Commissione ha puntato il dito contestando l'organizzazione della struttura esprimendo forti perplessità anche sui capitolati di appalto per l'assistenza...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Gennaio 2017, 09:34






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Parlamentari in visita a Conetta: «Qui l'accoglienza è impossibile»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 23 commenti presenti
2017-01-22 10:23:40
.IN caserma.aggiunta..non solo fumo di sigarette ma un cocktail di odori: calzettoni mal-lavati,anfibi, tute sudate, muffetta di zaini e buffetterie umide, se inzuppati dalla pioggia pure lana pecorina di cappottoni umidi, scor****e, rutti in competizione o spontanei, lubrificante di armi e...ad accoppare il tutto un mix di varie marche di dopobarba-deodorante..e salumi e viveri stivati negli armadietti.La direzione delle latrine si avvertiva a naso anche col buio.Nessuno aveva tablet o smart, una biblioteca viaggiante di riviste porno ora roba da oratorio.
2017-01-22 09:46:00
Bene, allora bisogna rimpatriare gli esuberi. Questo e' solo il risultato della dissennata politica di accoglienza praticata finora e hanno potuto verificarla nella realta'.
2017-01-21 20:51:00
Un vigile del fuoco prende al mese massimo 1400 euro, un clandestino/profugo ci costa circa 2000 euro al mese piu' le cure gratis; Siamo un paese civile ?
2017-01-21 19:10:50
... Cona muore e la taxi marine continua imperterrita a " salvare ".. magari sarebbe ora di avvisarla ..
2017-01-21 18:55:16
Ne fanno entrare 500 mila in tre anni e poi si lamentano perché vivono stipati come topi. Accoglienza finta e vergognosa. Era meglio farne entrare 500 in tre anni ed accoglierli sul serio, con percorso studi, un lavoro e un futuro vero, no da miserabili !