​Scippata dopo la messa, insegue il ladro in auto e si ribalta

Lunedì 1 Marzo 2021
Scippata dopo la messa, insegue il ladro in auto e si ribalta

MESTRE - Sale in auto e si lancia all'inseguimento del ladro che le ha rubato la borsa, ma nell'affrontare la prima curva, sbanda, sbatte contro una vettura parcheggiata e capotta. Ha rischiato davvero grosso l'anziana che sabato sera alla Cita, terminata la messa, è stata scippata da due giovani, uno a piedi, l'altro in bici. Erano all'incirca le 19.30 quando la 78enne si è intrattenuta a parlare con un'amica davanti alla chiesa in via Palladio. Qualche chiacchiera prima di rientrare a casa per cena. All'improvviso la donna si è sentita strattonare alle spalle senza avere neppure il tempo di rendersi conto di cosa stava accadendo. A mala pena è riuscita a mantenere l'equilibrio. Ma la sorpresa è durata qualche secondo, perché subito dopo ha avuto al freddezza di mettersi al volante dell'utilitaria che era a poca distanza per tallonare il fuggitivo, nel frattempo raggiunto da un complice in bici. Tutto si è svolto nel giro di una decina di muniti, davanti a diversi testimoni, alcuni dei quali hanno pensato bene di chiamare la polizia.


Come detto percorsi qualche centinaio di metri, la derubata, comprensibilmente scossa, ha perso il controllo della propria macchina che nel cozzare contro un'altra a bordo strada si è rovesciata ruote all'aria. La conducente è stata subito soccorsa da alcuni passanti che l'hanno aiutata a uscire dall'abitacolo non senza fatica. Nella carambola, quasi miracolosamente, la ultrasettantenne non ha riportato gravi conseguenze: certo qualche contusione e abrasione e un gran bello spavento.


Quando gli agenti della Volante sono arrivati sul posto era in piedi e cosciente e ha descritto il giovane che l'ha rapinata: alto, magro, travisato. Nella stessa serata è stata recuperata anche la borsa. Un residente l'ha trovata per terra e l'ha consegnata al posto di guardia del commissariato di via Cosenz. 
Con ogni probabilità i due delinquenti se ne sono sbarazzati non appena si sono impossessati dei soldi. Almeno così la signora se non altro ha potuto rientrare in possesso di documenti ed effetti personali. 
E intanto nel quartiere si levano le polemiche per la scarsa sicurezza con la richiesta di un maggiore presidio delle forze dell'ordine.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA