Incidente nave a Venezia. Il testimone: «Tutti hanno iniziato a gridare, tutti correvano»

Domenica 2 Giugno 2019
Incidente nave a Venezia. Il testimone: «Tutti hanno iniziato a gridare, tutti correvano»
5

VENEZIA - «Quando abbiamo visto lo nave che stava avanzando tutti hanno iniziato a gridare, tutti correvano. Eravamo nella zona reception, non sapevo cosa fare, mi sono allontanato velocemente facendo un salto per scendere sulla riva». È la testimonianza di un marinaio che era a bordo del battello turistico colpito oggi a Venezia dalla nave di Msc fuori controllo. Nel fuggi-fuggi il giovane ha riportato una leggera ferita ad un braccio, «ma adesso sto bene», spiega.  «Il capitano - prosegue il racconto del giovane - poi mi ha preso e mi ha portato al sicuro: vedevo la nave vicina, era grandissima». «Queste navi - aggiunge - non dovrebbero avere il permesso di passare qui. Ci sono piccole imbarcazioni, persone che navigano e le grandi navi possono perdere il controllo, e questo non va bene». 

UNA TURISTA DAL PONTE, «...OH MIO DIO!»
«Oh mio Dio!, oh mio Dio..! Qualcuno è caduto in acqua, tenete duro». È la voce spaventata di una turista sul ponte della Msc «Opera», mentre la prua della nave prosegue senza freno verso la banchina, coprendo poi con l'enorme sagoma il battello turistico su cui andrà a scontrarsi. Voci che arrivano dai filmati amatoriali girati dagli stessi passeggeri della Msc (GUARDA IL VIDEO), e documentano la paura di quei momenti. «Non dobbiamo scendere dalla nave...» prosegue la donna, interrotta da altri «oh my God», ed espressioni di spavento degli altri passeggeri.

RESIDENTE: «PENSAVO ARRIVASSE FINO CASA»
 «Vedevo questa punta avvicinarsi e ho pensavo che arrivasse fino a casa mia, dico la verità». Così una signora veneziana, residente a Santa Marta, descrive quanto ha visto stamane, prima dell'incidente della nave di Msc. «Ero nella mia terrazza, al quarto piano e vedo benissimo il canale della Giudecca - prosegue - quando ho visto la punta della nave che si stava avvicinando verso di noi sembrava venisse fin qui, infatti si è incuneata nella banchina». «C'era un rumore assordante, tutti i clacson che suonavano - conclude - Si può dire che è andata bene».

LA TESTIMONIANZA DI ANDREA

Ultimo aggiornamento: 3 Giugno, 08:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA