Confine chiuso con la Slovenia, sabato Di Maio in missione a Lubiana

Martedì 2 Giugno 2020 di R. U.
Lubiana, capitale della Slovenia
1

Il quadro epidemiologico del coronavirus in Slovenia e Italia è buono, come confermano i dati degli istituti di sanità pubblica dei rispettivi paesi, ma la decisione finale sull'apertura del confine è una scelta che spetta alla politica. È quanto emerso durante la conferenza stampa quotidiana sulla situazione legata al covid-19, dove era presente anche l'epidemiologa Flavia Riccardo dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS), a Lubiana per uno scambio di dati e informazioni con il collega dell'Istituto Nazionale di Sanità Pubblica (NIJZ), MarioFafangel. ​

Già in mattinata i presidenti di Iss, Silvio Brusaferro, e Njiz, Milan Krek, in videoconferenza avevano scambiato dati e informazioni sui quadri epidemiologici. Riccardo ha detto che i dati sono rassicuranti e in costante miglioramento, ma ha anche sottolineato come in Italia siano ancora in vigore misure rigorose di distanziamento fisico e sensibilizzazione dell'opinione pubblica in quanto l'epidemia è ancora presente. Il portavoce dell'unità di crisi del governo sloveno, Jelko Kacin, ha detto che l'esecutivo aspetta le indicazioni dal NIJZ per poter procedere a una revisione del transito per l'Italia.

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è atteso in visita a Lubiana sabato prossimo proprio per affrontare la questione del ripristino della libertà di transito sul confine di Italia e Slovenia.

UN NUOVO CONTAGIO A MARIBOR
In Slovenia l’Istituto Nazionale di Sanità pubblica (Nijz) ha confermato un caso di infezione da coronavirus per uno studente della scuola elementare Ludvik Pliberšek di Maribor. La preside dell’istituto ha scritto sul portale della scuola che tutta la classe è stata messa in quarantena, mentre gli altri studenti possono continuare a frequentare le lezioni poiché, prosegue il messaggio ripreso dall’agenzia Sta, le misure preventive indicate dall’Nijz sono state seguite alla lettera.
ALUNNI A SCUOLA
A partire da ieri, inSlovenia è formalmente terminato lo stato di epidemia, con la ripresa delle lezioni in classe per gli studenti delle elementari e di molte attività come centri fitness, piscine e strutture per il benessere, così come gli assembramenti fino a un massimo di 200 persone. La settimana scorsa Maribor era stata dichiarata zona priva di virus dopo che per 28 giorni, il doppio del periodo di incubazione del coronavirus, non era stato registrato alcun nuovo caso di infezione.

Ultimo aggiornamento: 19:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA