Tuiach positivo al Covid: «Colpa degli idranti della polizia, ma non mi spavento, è una normale influenza»

Lunedì 25 Ottobre 2021 di Redazione Web
Fabio Tuiach
12

TRIESTE - Fra i leader della protesta anti-Green pass dei portuali di Trieste c'è - oltre a Stefano Puzzer - anche l'ex consigliere comunale della Lega ed ex pugile Fabio Tuiach, uno dei più attivi sui social e in piazza, risultato positivo al Covid 19 peraltro con sintomi.

Positivo al Covid

La notizia della positività è stata diffusa dallo stesso Tuiach attraverso un post sul profilo social VK (una pagina di un'associazione russa) rincarando la dose contro il sistema: "Qualche giorno fa ero davanti agli idranti e sono rimasto tutto il giorno fuori bagnato. Credo che con la temperatura di Trieste a fine ottobre è impossibile non prendere un malanno in questi casi e infatti sono stato subito positivo al tampone di farmacia dopo la febbre. Per me il COVID esiste solo nelle menti delle persone ipnotizzate, ma ugualmente sto prendendo degli anti infiammatori e delle vitamine e lascio il vaccino sperimentale agli ipocondriaci senza Dio. Il COVID è una truffa ma con la Tachipirina e la vigile attesa qualcuno può finire all'ospedale ma chi ha fatto il siero magico lo difenderà sempre anche davanti all'evidenza. Finalmente ho preso questa terribile influenza, accidenti che paura".

E non è la prima volta in cui il 41enne Tuiach crea polemiche: diventato portuale appena dopo la maggiore età ha condotto anche una discreta carriera da pugile professionista nelle categorie mediomassimi e massimi, con  36 incontri disputati, 29 vinti di cui 16 per ko, e 7 sconfitte. È stato campione italiano dei mediomassimi juniores e poi campione italiano battendo Paolo Ferrara nel 2006. Dodici anni dopo, estate 2018, l'ultima vittoria e il titolo italiano sul ring di Sequals nell’incontro clou al Trofeo Carnera.

 

Ultimo aggiornamento: 17:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA