Zaia in diretta oggi. «È un arrivederci. Da grande? Farò il governatore del Veneto» Piano tamponi per l'estate: «Le Ulss faranno test in spiaggia e nelle sagre»

Mercoledì 23 Giugno 2021 di Beatrice Mani
Luca Zaia in diretta oggi
3

Ultima conferenza stampa in diretta facebook oggi, 23 giugno 2021, del governatore del Veneto Luca Zaia. Dopo 283 dirette, si interrompe l'appuntamento quotidiano con il presidente e gli aggiornamenti "di prima mano" sull'andamento della pandemia da Coronavirus sul nostro territorio. I dati del contagio delle ultime settimane indicano un crollo del Covid, così come quelli dei ricoveri negli ospedali, uno scenario simile a quello dell'estate scorsa, che portò anche allora all'interruzione dei punti stampa in diretta. Prosegue la vaccinazione dei cittadini, andamento sul quale incombe tuttavia la certezza sulle forniture: va ricordato che rispetto alle previsioni per luglio ci sono già stati annunci di tagli. Non si ferma il piano di test sui cittadini: per l'estate la Regione ha affidato alle Ulss il compito di effettuare 30mila tamponi al giorno, e verranno fatti dappertutto, ha spiegato il presidente, dalle sagre alle spiagge, con un'attenzione particolare alla sequenziazione del virus e alla caccia di eventuali mutazioni.

Luca Zaia in quest'ultima diretta ha sottolineato ancora una volta quanto non voglia rinunciare al suo ruolo di presidente del Veneto, nonostante la visibilità ricevuta dalla buona gestione del Covid. «Da grande farò il Governatore del Veneto - replica ad una domanda specifica - mi sono preso un impegno e farò quello. La mia storia è di coerenza».

 

Zaia in diretta oggi

Il bollettino di oggi

Tamponi molecolari fatti ad oggi 5milioni 606mila, test rapidi 5milioni 129mila. Incidenza 0.21%. I nuovi positivi nelle ultime 24 ore sono stati 49, i positivi ad oggi sono 4.896 (425.162 da inizio pandemia). Il totale dei ricoverati in ospedale è di 304 pazienti (un decimo rispetto alla punta di dicembre), 32 in terapia intensiva, 272 in area non critica. Sono stati 2 i morti nelle ultime 24 ore (11.611 da inizio pandemia).

IL BOLLETTINO INTEGRALE DI OGGI - SCARICA IL PDF

Covid in Veneto

«Ho approfittato di ricostituire la formazione con l'assessore alla Sanità Manuela Lanzarin, la dottoressa Francesca Russo, direttore della Prevenzione, non è un addio, è un arrivederci, toccando ferro, non escludo che torneremo ma in modo più sporadico, ma non giorno dopo giorno» - ha detto Zaia in apertura di conferenza, l'ultima quotidiana. «Qualcuno si infetta ancora, se ci sono 49 positivi significa che il virus circola, anche se è ai minimi». Il presidente è poi passato a fare una lunga serie di ringraziamenti, ricordando un episodio che gli sta molto a cuore: le uova recapitategli via posta e la nascita dei pulcini durante la prima pandemia: «Io ringrazio tutti i cittadini, non avrei mai pensato tanti messaggi e mail come in queste ore, i veneti ci ringraziano per l'informazione che abbiamo dato e questo accompagnamento durante la pandemia. In particolare ringrazio i giornalisti perché credo che voi siate la colonna portante di quella che è stata una comunicazione di guerra. I dubbi erano due: l'inutilità della comunicazione e della politica, alla fine ci siamo trovati tutti sulla stessa barca a remare. Ringrazio tutti gli uomini e donne della Sanità, in 16 mesi è accaduto di tutto ma è stato un lavoro di squadra».  «Infine volevo ringraziare Maurizio Crozza, fa una satira rispettosa».

I bambini, i disegni, i pulcini

Saluto e ringrazio tutti i bimbi, che continuano a scrivere, la mostra dei loro disegni sarà aperta da ottobre, in tutti i capoluoghi di provincia e a Vo. Zaia ha poi mostrato le uova dei famosi pulcini nati durante la diretta, arrivano dalla scuola enologica di Conegliano, dove sono allevati allo stato brado». Ve li ricordate?

Il futuro di Zaia

«Da grande? farò il governatore del Veneto»

Alla domanda di un giornalista - cosa farà da grande? - Zaia ha risposto che farà il governatore del Veneto per altri quattro anni. Nessuna velleità nazionale quindi per il presidente, che vuole pensare al Pil del Veneto e alla ripresa dell'economia. 

Mascherine all'aperto addio

«Da lunedì non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto, ad eccezione di dove non sia garantito il distanziamento. La dobbiamo utilizzare con il principio dell'ombrello: quando c'è gente intorno a te la metti - ha voluto sottolineare Zaia -. Ma noi non dobbiamo abbassare la guardia, non siamo catastrofisti o troppo ottimisti, abbiamo cercato l'obiettività, non abbiamo mai edulcorato lo stato della pandemia. Questo virus ci ha abituato a cambiamenti repentini, anche se oggi il rischio è basso».

Tamponi in spiaggia e alle sagre

«Ieri abbiamo approvato in giunta un piano di tamponi feroce: 30mila al giorno da fare, con premio per chi ne fa di più (è una battuta, ha poi percisato il governatore). Alle Ulss chiediamo di andare in spiaggia, nelle sagre, nelle aziende, a fine giornata devono portare i tamponi. Abbiamo anche potenziato la sequenziazione del virus». L'argomento è stato poi ripreso e spiegato dall'assessore Lanzarin e dalla dottoressa Russo.

 

Vaccini, lettera agli over 60

Oltre 43mila vaccini nelle ultime 24 ore. Zaia ha lanciato un ultimo appello per chi non si sia ancora vaccinato, specialmente a una fascia di età: «Ultima chiamata a casa per gli over 60 per chi ancora non si è fatto vivo per avere il vaccino: scriveremo a casa». 

VACCINI IN VENETO OGGI - IL REPORT - SCARICA IL PDF

 

Manuela Lanzarin

L'assessore alla Sanità saluta in questo ultimo appuntamento, posso aggiungere solo che è stato molto utile anche per noi il confronto con la stampa, ci hanno permesso di capire dove la macchina si era inceppata e migliorare il servizio. Abbiamo, vista l'ultima circolare di Figliuolo sul recupero degli over 60 per la vaccinazione (in Veneto sono 200mila), deciso di fare una chiamata diretta, messa in opera da ogni Ulss, andando incontro il più possibile ai cittadini. Sul sequenziamento c'è da dire che la delibera prevede, oltre ai range di tamponi alle Ulss tutta la catena per il sequenziamento, con lo Zooprofilattico che diventa centro regionale per questo ma verranno sequenziati anche nelle Ulss di Venezia, Treviso e Verona.

 

Francesca Russo

«Posso dire che dal punto di vista della sorveglianza saremo attivi, è un fattore molto importante per non ritornare in situazioni difficili, per quanto la vaccinazione rappresenti una svolta nell'andamento della pandemia. La scommessa sono le varianti, normalmente presenti in questi tipi di virus, che andremo a cercare». 

Green Pass, come averlo con una sola dose di vaccino?

Chi ha avuto il Covid e di conseguenza ha ricevuto una sola dose di vaccino non riesce ad ottenere il Green pass. Cosa è successo? «Questo caso non è ancora stato decodificato - ha precisato la dottoressa Russo -, il Ministero lo sta facendo oggi con il Garante. Un disguido, quindi, in fase di risoluzione».

 

 

Ultimo aggiornamento: 24 Giugno, 10:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA